Si celebra il 60° anniversario della Congrega

Il Carnevale si è concluso, ma per la Congrega del “Ciorpento” c’è un piccolo sconfinamento nella quaresima. Tale intrusione che avrà luogo oggi è dovuta alla ricorrenza del 60° anno di vita di quella che è la Congrega per eccellenza. Si farà festa nel rispetto della Quaresima, senza strombazzamenti, senza clamore ma con tanto spirito di profonda e vera amicizia. I congregati si riuniranno per un lauto pranzo nell’ampio salone di palazzo Mercolini-Tinelli, sede dell’allegra brigata. Tra un piatto della buona cucina locale e ottimi bicchieri di vino si ricorderanno, anche attraverso filmati, i momenti salienti del sessantennio. Momenti belli e spensierati di tanti Carnevali, di tanti amici che non ci sono più, il cui ricordo però è sempre presente in ogni evento. Ma perché festeggiare proprio oggi? “Correva l’anno 1948, era il 10 di Febbraio, martedì di Carnevale, e in questo giorno nacque la Congrega del Ciorpento. È lo stesso Serenissimo ‘Gran Tropeo’ Marco Mercolini Tinelli, capo e fondatore della Congrega a ricordarcelo attraverso un sonetto di sua composizione. I fondatori sono stati: Marco Mercolini Tinelli, Gianni Lattanzi, Nino Seghetti, Anzio Camilli. A questi si aggiunsero Flaviano Sergiacomi e Nedo Pulcini. La Congrega è cresciuta nel tempo. Oggi, conta circa cinquanta membri. Il cardine fondamentale è l’amicizia. Il segno che la contraddistingue è il simbolo fallico della virilità. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore: Nicola Savini)

© Copyright - OFFIDA.info
Condividi:

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/