Personale dell’artista offidana Valeria Talamonti a Pieve di Cento

Da venerdì 13 aprile a domenica 6 maggio il Museo MAGI’900 ospita il progetto espositivo di Valeria Talamonti, giovane artista marchigiana vincitrice della II Biennale d’arte “Don Franco Patruno” promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cento.

Già finalista alla I biennale don Patruno del 2015 con un video, Valeria Talamonti si è aggiudicata il primo premio in questa seconda edizione con una installazione fotografica, mostrando un talento emergente in continua evoluzione. L’opera vincitrice, come previsto da regolamento, è entrata a far parte della collezione d’Arte Moderna della Fondazione che offre all’artista la possibilità di allestire una mostra personale presso il museo MAGI’900 di Pieve di Cento, come riconoscimento della sua maturità artistica.

Un impegno importante quello della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento a sostegno di giovani artisti talentuosi, provenienti da tutta Italia, promuovendo concretamente la loro ricerca. L’iniziativa è espressione di una sinergia tra enti del territorio che si aprono al futuro, investendo in creatività e nuove energie intellettuali, per continuare a ricordare la figura di don Franco Patruno, uomo di fede, artista e intellettuale che ha sempre creduto nell’ importanza di guardare con attenzione alle nuove generazioni.

Valeria Talamonti_Senza titolo “Partiture di un luogo immaginario” 2018, legno, ferro, fettuccia di cotone, 53 x 53 x 5

Partiture di un luogo immaginario: questo il titolo della mostra pensata appositamente da Talamonti per lo spazio museale; è espressione di un desiderio di controllo tecnico e di una razionalità resa sensibile in opere costruite con un’eleganza formale dalla partitura quasi architettonica. Attraverso un accurato lavoro di composizione e piegatura di materiali tessili di uso domestico – fettucce colorate da sartoria portate in equilibrio su tele di lino immacolate – l’artista realizza immagini astratte di rara eleganza, ormai lontane dalla dimensione vitale del quotidiano, da cui provengono, ma pronte a tornarvi.

La mostra sarà inaugurata alla presenza del Presidente della Fondazione Cristiana Fantozzi, del fondatore del MAGI’900 Giulio Bargellini, dell’artista e dei membri della giuria del premio – Ada Patrizia Fiorillo (Università di Ferrara), Massimo Marchetti (critico d’arte), Gianni Cerioli (Fondazione

Valeria Talamonti_ Senza titolo “Partiture di un luogo immaginario” 2018, legno, ferro, fettuccia di cotone, 1 m x 3 x 3 cm 2
Cassa di Risparmio di Cento), Fausto Gozzi (direttore della GAM A. Bonzagni di Cento) e Valeria Tassinari curatrice della mostra (Accademia di Belle Arti di Brera, curatrice) – venerdì 13 aprile alle ore 18.00.

Sarà visitabile gratuitamente fino al 6 maggio, da martedì a domenica, dalle 10.00 alle 18.00.

© Copyright - OFFIDA.info
Condividi:

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/