Riferisce frate Andrea Rosini nel suo volume «Compendioso racconto historico della terra di Offida» del 1654: «Nella quarta regione della Bella Italia, fra gli dorati Coturni del delizioso Piceno, negl’ultimi termini del florido Stato ecclesiastico, confinante all’Austro col dovizioso Regno di Napoli breve spatio di miglia, sopra elevato quasi penisola piano declinante al mezzogiorno, d’altissime rupi, scoscese balze, d’inaccessibili ripe circondato in semicircolo giro, terminato e fornito con sodissimo muro d’assai bene intesa fortezza a mano, da qualsivoglia improvviso impeto di Martiale assalto inespugnabile, e sicura, poggiar’ si vede Offida, Terra nobile della Marca Anconitana; l’una delle più antiche del Piceno, la più qualificata, più civile, e più bella dei Presidiato di Montalto; di sito ameno, di cielo salubre, d’aria temperata, di suolo fertile, d’edifici honorevoli, di chiese magnifiche, di piazze spatiose, di contrade numerose, di strade mattonate, di famiglie settecento (700), d’habitatori civili, di genij cortesi, d’animi generosi, d’ingegni elevati, di fattezze gradite, di maniere gentili … ».

(foto da video drone di Alessio Menzietti)

LA STORIA DI OFFIDA SU OFFIDA.INFO

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info