“Nutrimenti Celesti” a Offida

Il 20 e 28 marzo e il 14 aprile torna l’appuntamento con la letteratura. I protagonisti di quest’anno saranno Sebastiano Somma, Giorgio Colangeli e Maria Pilar Perez Aspa

OFFIDA – Un’anteprima del cartellone primaverile a Offida. Il 20 e 28 marzo e il 14 aprile, la Città del Sorriso ospiterà tre appuntamenti dal titolo “Nutrimenti Celesti – voci e sogni, parole e sapori”, con la direzione artistica di Lucilio Santoni.
Si comincia il 20 marzo, ore 21, al Serpente Aureo, con Sebastiano Somma e il suo spettacolo inedito “Dal Principe di Salina al Principe della risata”. L’attore si cimenterà nella lettura dei testi tratti da Tomasi di Lampedusa, Pirandello e Totò, alla quale seguirà una riflessione.
“Lo spettacolo – ha aggiunto Somma, in diretta telefonica – porrà l’attenzione sul sud Italia ma come metafora del mondo, della staticità della gente che ha bisogno di scuotersi dal torpore in cui è caduta. Chiuderò con “La livella” di Totò che è un mio caposaldo.
Dopo il successo dell’anno scorso, quando riempì il teatro con il suo Purgatorio di Dante, torna al Serpente Aureo il 28 marzo alle 21, Giorgio Colangeli, che presenterà il suo libro “Il folle volo – da Dante al tempo che verrà” per la prima volta proprio a Offida. Colangeli proporrà una conversazione sulla contemporaneità e poi reciterà due canti della Divina Commedia.

Il 14 aprile sarà la volta di Maria Pilar Perez Aspa, a Spazio Vino, ore 18, che proporrà lo spettacolo “Racconti di zafferano- Ovvero, il rito della sopravvivenza non si celebra da soli”. L’attrice proporrà una cavalcata nella grande letteratura dell’ultimo secolo mentre preparerà l’autentica paella valenciana, che poi il pubblico potrà degustare. (Posti limitati, max 40 e solo su prenotazione. Chiamare 392/9924404 oppure 347/8427701 ).
“Questa è un anticipazione e si distingue dal cartellone primaverile – ha commentato l’Assessore alla Cultura, Isabella Bosano – perché sono 3 appuntamenti letterari. È un percorso che abbiamo iniziato l’anno scorso e visto il successo siamo felici di proporlo di nuovo”.
Perché nutrimenti celesti? “Ci siamo rifatti a Les Nourritures Terrestres (Nutrimenti terrestri) di Andrè Gide, ma con la consapevolezza che oggi c’è bisogno di tornare a desiderare. Il significato di desiderare è stare sotto le stelle ed attendere”.
I primi due appuntamenti sono gratuiti; per il terzo, in cui è previsto l’assaggio della Paella, è previsto un contributo libero. (red)

Copyright © 2018 Offida.info, riproduzione riservata.
Condividi:
www.pdf24.org    Invia articolo in PDF   

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/