L’Area Vasta 5 ringrazia la Fondazione Simona Orlini Onlus, che nel perseguire quello che è il suo scopo statutario, di provvedere con le proprie risorse, nel nome della loro amatissima figlia Simona, alla realizzazione di obiettivi eticamente e socialmente rilevanti per la Comunità, ha donato all’Ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno, ed in particolare al Reparto di Rianimazione, diretto dalla Dr.ssa Ida Di Giacinto, un secondo Ventilatore Polmonare di ultima generazione, all’avanguardia nella gestione di una ventilazione efficace nei pazienti critici e complessi che hanno bisogno del massimo della sicurezza nelle cure.

Da quasi trenta anni la Fondazione mette in atto iniziative benefiche, con particolare attenzione alla sanità Picena: ha donato diverse autoambulanze di cui una con terapia intensiva, nel periodo della Pandemia ha donato all’Ospedale Mazzoni di Ascoli un primo ventilatore polmonare e dispositivi di protezione individuale per il personale, strumenti indispensabili a combattere il Covid-19 e soprattutto allora introvabili, ed inoltre, un particolare apparecchio ecografo per il reparto di Neonatologia, indispensabile per alcuni esami diagnostici su neonati problematici e un defibrillatore salvavita all’ambulatorio di Neurologia dell’Ospedale di San Benedetto del Tronto.

La Fondazione Simona Orlini Onlus

Elisabetta e Tonino Orlini decisero di creare la Fondazione Simona Orlini Onlus con lo scopo di aiutare, nel nome di Simona, chi avesse bisogno, dedicando a tale istituzione tutte le loro risorse.

Da subito hanno compiuto il primo dei tanti gesti di infinito amore e di personale solidarietà che da allora ispireranno la loro esistenza, autorizzando l’espianto degli organi di Simona, per salvare tante persone in pericolo di vita.

Una volta costituita la Fondazione, hanno contribuito, insieme al Comune di Ascoli Piceno, alla ristrutturazione della scuola di Via Galiè ed alla creazione del Centro Polifunzionale per disabili Simona Orlini, diurno e notturno, una struttura che oltre all’accoglienza potesse favorire il benessere psico – fisico degli utenti, il reinserimento nel tessuto sociale attraverso progetti educativi e individualizzati.

Tale realizzazione è stata riconosciuta nella Sessione 2009, come “Best Practices” nel Documento Unico di Programmazione Europea quale “miglior iniziativa per la riqualificazione della rete dei servizi socio – assistenziali”.

Tonino scompare nel luglio 2006 e da allora Elisabetta, divenuta Presidente della Fondazione, ha continuato, per tutta la sua vita, a portare avanti le attività possibili e necessarie per aiutare, sempre nel nome di Simona.
Per quasi trenta anni la Fondazione ha messo in atto iniziative benefiche in favore di singole persone, delle tantissime associazioni di volontariato, borse di studio per gli studenti meritevoli, un Premio annuale Antonio Orlini all’atleta più promettente dell’atletica marchigiana, un premio annuale a livello nazionale per la Marcia Serafino Orlini, restauro di opere d’arte locali, sovvenzioni ad associazioni sportive dilettantistiche, diverse autoambulanze di cui una con terapia intensiva.

E nel periodo della Pandemia, la Fondazione ha donato all’Ospedale Mazzoni di Ascoli un primo ventilatore polmonare e dispositivi di protezione individuale per il personale, strumenti indispensabili a combattere il Covid-19 e soprattutto allora introvabili, ed inoltre, un particolare apparecchio ecografo per il reparto di Neonatologia, indispensabile per alcuni esami diagnostici su neonati problematici e un defibrillatore salvavita all’ambulatorio di Neurologia dell’Ospedale di San Benedetto del Tronto.

Indubbiamente Tonino ed Elisabetta attraverso la Fondazione hanno messo a disposizione la loro vita per chi soffre ed ha bisogno. Le loro doti di umanità e generosità e la forza d’animo dimostrata in tutte le tragiche avversità che li hanno colpiti, li rendono indimenticabile ed hanno reso preziosa e profondamente etica la loro esistenza terrena.

Ora la Fondazione, sempre per volontà dei Fondatori, ha come Presidente l’avv.to Tina Orlini, membro della famiglia Orlini e da sempre presente nel Consiglio, gli altri Consiglieri sono: il Vescovo di Ascoli Piceno, il Sindaco di Ascoli Piceno, Giampietro Spinelli, Adriano Vespa, il dott. Tommaso Pompei, il dott. Carlo Cantalamessa. Vi è inoltre Anna Rita Forti quale Revisore dei Conti.

Il nuovo CdA è impegnato a proseguire nel cammino di solidarietà e di concreta partecipazione alla realizzazione delle esigenze e dei bisogni della Comunità.
Si ricorda infine che chiunque potrà aiutare la Fondazione Simona Orlini Onlus nei suoi intenti, senza alcuna spesa, donandogli il 5 per 1000 indicando il Codice Fiscale 92026170446 nella propria dichiarazione dei redditi

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info