Il maltempo devasta il nord Italia. Il Mose protegge Venezia.

di Alberto Premici – È allerta rossa per maltempo nella nostra penisola.

Le piogge torrenziali delle ultime ore, hanno provocato alluvioni soprattutto nel nord-ovest.

Zone particolarmente colpite, sono in Liguria, come Ventimiglia e in Valle d’Aosta, dove sono isolate 1500 persone. Analoga situazione d’emergenza nel sud della Francia.

Si contano già 11 dispersi e due morti, uno dei quali è il vigile del fuoco volontario, colpito da un albero nella notte, in Valle d’Aosta.

Si tratta di Rinaldo Challancin, 53 anni, capo del distaccamento dei volontari di Arnad, che ha perso la vita mentre era impegnato in un intervento per la messa in sicurezza gli alcuni alberi.

Acqua alta a Venezia dove sono state sollevate le barriere del Mose. Al momento sembra tutto funzionare e piazza San Marco è all’asciutto. Alle ore 10.00 sono stati misurati alla Diga Sud del Lido 119 centimetri e a Punta Salute 69.

Il maltempo ora si sta lentamente spostando nel centro Italia ma, come spesso avviene, attenuando parte della propria forza.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata dalla Protezione civile, per la giornata di oggi, allerta arancione in Trentino Alto Adige e su parte di Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna e allerta gialla in Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e su alcuni settori di Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Basilicata, Calabria e Puglia.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: