I consigli dell’AIRC per mantenersi attivi restando a casa

L’attuale emergenza sanitaria, dovuta all’epidemia Covid-19 da coronavirus SARS-CoV-2, ha portato a una serie di provvedimenti governativi di distanziamento sociale e limitazione degli spostamenti delle persone, che si riflettono sulle abitudini di ciascuno di noi.

Nonostante la situazione sia in continua evoluzione, un punto fermo c’è: fino a nuovo ordine è necessario restare a casa, con l’obiettivo di limitare il più possibile il contagio da SARS-CoV-2 e la diffusione della malattia.

In questo scenario può sembrare un po’ complicato mettere in pratica una delle principali indicazioni per mantenersi in salute, cioè praticare regolarmente attività fisica. È però importante trovare dei momenti nel corso della giornata da dedicare al movimento, sfruttando anche le normali attività quotidiane per incrementare il dispendio energetico.

I suggerimenti di AIRC per mantenersi attivi a casa
Attività fisica

Praticare attività fisica in casa non è una novità degli ultimi giorni. Lo testimoniano i numerosi video di esercizi che sono disponibili online e le diverse applicazioni per smartphone che consentono di seguire veri e propri programmi, con diversi livelli di intensità, monitorando i propri progressi giorno dopo giorno.

Ci si può allenare in autonomia anche senza attrezzi, praticando esercizi a corpo libero o semplicemente saltando la corda. Dopo la chiusura delle palestre imposta dal Dpcm dell’8 marzo 2020, alcuni istruttori si sono organizzati per mettere a disposizione video o schede per continuare gli allenamenti da casa.

Per chi è abituato a fare attività fisica in compagnia, si possono organizzare delle videochiamate di gruppo per allenarsi insieme pur restando nella propria abitazione.

Attività quotidiane

Anche alcune attività quotidiane ci possono aiutare ad aumentare il dispendio energetico. Per esempio, per andare a buttare la spazzatura, meglio fare le scale anziché prendere l’ascensore.

Le faccende domestiche, come spazzare, spolverare, passare lo straccio e rassettare le stanze, sono un’altra opportunità per mettere in moto il corpo, magari ascoltando un po’ di musica per assecondare il movimento.

Attività lavorativa o di studio

Assumere una postura seduta scorretta per diverse ore può comportare alcuni disturbi diffusi in varie parti del corpo. Se possibile, è bene svolgere l’attività lavorativa o studiare in postazioni idonee, limitando l’uso di sedie e tavoli che non permettono di mantenere una postura adeguata.

Secondo quanto suggerito dall’Organizzazione mondiale della sanità, è necessario interrompere i periodi di inattività fisica almeno ogni 30 minuti con pause attive. Si tratta di brevi periodi, anche di soli 2-3 minuti, in cui si fanno attività come piegamenti sulle gambe o si alterna la posizione seduta con quella in piedi. Le pause attive possono essere anche sfruttate per fare esercizi di stretching, come l’allungamento del collo, della schiena e delle gambe.

Con il lavoro agile non mancano di certo le telefonate con i colleghi. Anche questi momenti possono diventare l’occasione per sgranchirsi le gambe e approfittarne per alzarsi e camminare per la stanza.

Attività ricreative

Spesso il tempo trascorso dentro casa è dedicato ad attività sedentarie come guardare la televisione, navigare in rete e utilizzare i social. Una delle principali indicazioni per promuovere abitudini e comportamenti salutari è proprio di ridurre i momenti di sedentarietà, che peraltro spingono a un consumo maggiore di spuntini a elevato contenuto calorico, favorendo condizioni come il sovrappeso e l’obesità che a loro volta aumentano il rischio di sviluppare numerose malattie.

Giocare insieme ai più piccoli, mettere la musica e ballare, dedicarsi al giardinaggio oppure a qualche altro hobby che comporti un dispendio di energia, sono solo alcuni esempi delle numerose attività da svolgere a casa per mantenere abitudini dinamiche, o per iniziare, per chi prima di questa emergenza era poco attivo.

In un momento straordinario come quello che stiamo attraversando, anche piccoli sforzi possono essere d’aiuto per ricostruire la propria quotidianità all’interno delle mura domestiche.

Il movimento è un’ottima strategia per combattere lo stress, che in questi giorni si può facilmente accumulare, concedendo alla mente qualche momento di distrazione.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: