di Alberto Premici – E’ attesa per oggi la decisione del Governo che, sulla base dei dati settimanali, emetterà le relative ordinanze per l’assegnazione delle fasce di rischio alle regioni. Da lunedì, come noto, ci si potrà spostare tra le stesse proprio in base al colore assegnato.

Attualmente la situazione è la seguente. Zona rossa: Sardegna, zona arancione: Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta e zona gialla: Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Toscana, Umbria e Veneto.

Dal fronte vaccini si apprende che è prossimo il raggiungimento delle 500mila dosi giornaliere somministrate. Lo conferma il commissario all’emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo: “I dati del pomeriggio (ieri ndr) mi portano una proiezione di una forbice fra le 480mila e le 520mila dosi. La macchina organizzativa è pronta ora abbiamo anche la benzina. Solo una pesante vaccinazione di massa potrà consentirci infatti di passare  permetterci di passare “un’estate un po’ più tranquilla ma sempre seguendo le regole”

L’obiettivo del commissario è quello di arrivare a 6-700mila dosi giornaliere per giungere a fine settembre all’80% di immunizzazioni.

Preoccupa tuttavia la crescita dell’Rt nazionale, da 0,81 a 0,85, secondo i dati riportati nel monitoraggio del Ministero della Salute-Iss e riferiti all’ultima settimana.

Nelle prossime ore giungeranno all’hub azionale della Difesa all’interno dell’aeroporto militare di Pratica di Mare circa 2,5 milioni di dosi facenti parte di tre lotti distinti. Oltre 2 milioni di Vaxzevria (AstraZeneca), più di 270mila di Moderna e circa 160mila di Janssen (Johnson&Johnson), che verranno ripartiti e poi distribuiti nei prossimi giorni alle Regioni.

Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 4494 tamponi: 2340 nel percorso nuove diagnosi (di cui 621 nello screening con percorso Antigenico) e 2154 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 14,1%).

I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 330 (57 in provincia di Macerata, 69 in provincia di Ancona, 126 in provincia di Pesaro-Urbino, 23 in provincia di Fermo, 42 in provincia di Ascoli Piceno e 13 fuori regione).

Questi casi comprendono soggetti sintomatici (61 casi rilevati), contatti in setting domestico (58 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (141 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (4 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (1 caso rilevato), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (16 casi rilevati), screening percorso sanitario (3 casi rilevati). Per altri 46 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 621 test e sono stati riscontrati 34 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%.

Offida: 18 positivi e 36 cittadini in quarantena.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: