Continua l’emergenza idrica

acqua.jpgPersiste l’emergenza idrica in tutto il comprensorio Piceno tanto da indurre il CIIP (Consorzio Idrico Intercomunale del Piceno) ad adottare misure sempre più drastiche e restrittive. A partire da oggi infatti la sospensione notturna dell’erogazione di acqua potabile verrà anticipata dalle 23 alle 21. “Le sorgenti calano e i consumi non diminuiscono – si legge in un comunicato del Ciip – Non solo ma le città si stanno ripopolando con la riapertura delle fabbriche e sulla riviera c’è ancora una massiccia presenza di turisti. Una conseguenza inevitabile visto che a giugno non è piovuto mai mentre a luglio e agosto è caduta pioggia per non più di due giorni!”. Enrico Calcinaro, direttore generale del Ciip, aggiunge “Non è possibile garantire la puntualità degli orari a causa dell’elevato numero di serbatoi da chiudere contemporaneamente e della limitata disponibilità del personale adibito all’attività di chiusura”. La sospensione anticipata del servizio interesserà i comuni di Ascoli Piceno (centro, Monticelli, Marino, Valle Fiorana, Fonte di campo, Mozzano, Venagrande e Villa Sant’Antonio, San Benedetto del Tronto (zona collinare), Fermo (San Girolamo, Girola, Montone, San Martino, Ete Caldarette, Acquasanta, Appignano, Castel di Lama, Castignano, Castorano, Colli, Folignano, Maltignano, Offida, Rotella, Spinetoli, Acquaviva, Cossignano, Grottammare, Massignano, Monsampolo, Montalto, Montedinove, Montefiore, Monteprandone, Ripatransone, Altidona, Belmonte, Grottazzolina, Lapedona, Massignano, Montefiore, Monte Giberto, Monterinaldo, Monte Vidon Combatte, Montelparo, Monterubbiano, Montottone, Ortezzano, Petritoli e Santa Vittoria. (Alberto Premici)

© Copyright - OFFIDA.info
Condividi:

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/