Allarme Covid, le dichiarazioni del ministro Speranza e del commissario Figliuolo

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ed il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19 Francesco Figliuolo durante una conferenza stampa, hanno fatto il punto sulla nuova e preoccupante situazione relativa alla pandemia.

Il Ministro Speranza: «Nel quadro europeo i numeri dell’Italia si possono considerare tra i migliori ma è evidente che allarme dell’Oms va considerato con la massima attenzione e ci richiede di insistere con la campagna di vaccinazione. I numeri dei contagi in Italia sono fra i migliori in Europa: l’incidenza è in crescita ma il dato è di gran lunga più basso. Stiamo accelerando sulle terze dose, pensiamo questo sia il terreno dove concentrare tutte le nostre energie. La campagna di vaccinazione è e resta lo strumento per gestire l’andamento».

Il Commissario gen. Figliuolo: «Siamo all’83,3% di vaccinati con ciclo completo, circa 45 milioni di cittadini. Coloro che hanno fatto almeno una dose sono oltre 46 milioni pari all’86% a cui possiamo sommare i 600 mila guariti: questo ci porta all’87,7% di persone che hanno una qualche copertura. Il ministro Speranza ha già detto che ci potrà essere ampliamento della platea delle categorie da vaccinare per la terza dose, per altre fasce di età. Ieri abbiamo superato le 110mila terze dosi effettuate. Il picco quotidiano di terze dosi di vaccino somministrate che ci aspettiamo, lo avremo tra dicembre e febbraio. In molte regioni sono stati razionalizzati gli hub, ma questa è una scelta condivisa con noi: non avremo più i picchi della vecchia stagione, non arriveremo mai sopra le 350mila somministrazioni al giorno di picco massimo».

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info