OFFIDA – Orario prolungato dei beni culturali e ritornano tutti gli eventi religiosi. Ecco come si prepara Offida ad accogliere i turisti per Pasqua.

Complice il primo sole e le vacanze pasquali, il mese di aprile diventa il momento ideale per fughe improvvisate e itinerari programmati alla scoperta del patrimonio culturale.
Offida non si fa trovare impreparata ed estende gli orari di apertura dei suoi beni più apprezzati, in attesa di tornare a vivere anche il Polo Museale nella prossima estate.

Santa Maria della Rocca dal 14 aprile resterà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 12:30 e dalle 15 alle 19.
Stessi orari per il Serpente Aureo, dal 14 al 19 aprile e dal 22 aprile al 1 maggio.

“Le vacanze di Pasqua segneranno l’avvio di nuova stagione turistica – commenta l’Assessore al Turismo Cristina Capriotti – l’attenzione per il nostro Borgo è rimasta sempre alta, complici le bellezze architettoniche, enogastronomiche ed artistiche di cui il territorio gode.

Auspichiamo ciò nonostante, con la primavera e la prossima estate, di registrare numeri sempre maggiori. Offida è un borgo accogliente, vivace ed orgoglioso delle proprie tradizioni, che ha voglia di raccontarsi e far parlare di sé. Le strategie turistiche messe in atto in questi due anni di pandemia sono state sinergiche e plurime. Ora vogliamo raccoglierne i frutti, aprire un nuovo capitolo”.

“L’apertura delle strutture museali permetterà ai visitatori di poter vedere due opere architettoniche di notevole importanza del territorio piceno – dichiarano all’unisono i presidente Fabio Alessandrelli di Opera e Mario Sergiacomi di Oikos- Prima della pandemia si sono registrati sempre grandi numeri e tanti turisti hanno avuto il piacere di visitare Santa Maria della Rocca e il Serpente Aureo, due veri e propri gioielli. Il nostro auspicio è che Offida tornerà a essere come prima del Covid, bella, accogliente e ricca di eventi che da sempre l’hanno caratterizzata.

Veniamo agli appuntamenti per la settimana Santa: giovedi 14 aprile adorazione dei Sepolcri, venerdi 15 aprile dalle 4 del mattino il suggestivo suono delle “gnaqquer” per le vie cittadine, richiamerà i partecipanti e fedeli alla processione religiosa e visita delle Sette Chiese che si avvierà alle ore 5.

Alle ore 20 seguirà solenne processione con la Bara del Cristo Morto. Sarà anche l’occasione per festeggiare i 150 anni dalla costituzione della bara del Cristo Morto che ricorreva nel 2020 e i 250 anni dalla Fondazione della Confraternita dei Sacri Cuori di Gesù e di Maria che ricorrevano lo scorso anno.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info