Rossini in chiave pop: la divulgazione culturale nell’era digitale

Scoprire il genio di Rossini diventa un’esperienza straordinaria e appassionante grazie alle potenzialità del web. È l’obiettivo di gioachinorossini.it, il sito ufficiale di Rossini150 realizzato dalla digital company Websolute, che con il maestro condivide le radici pesaresi e al tempo stesso la vocazione internazionale. Un progetto innovativo che testimonia la dinamicità e l’energia creativa di Pesaro, recentemente nominata Città Creativa UNESCO per la musica, ed oggi balzata sotto i riflettori mondiali grazie alle celebrazioni dell’anniversario rossiniano presentato ufficialmente il 15 febbraio al MiBACT.

«Abbiamo voluto raccontare il genio di Rossini a tutti, in modo non convenzionale anche se divulgativo»  spiega Claudio Tonti, co-fondatore dell’agenzia e responsabile digital strategy. «L’obiettivo condiviso con il Comitato è stato quello di non creare l’ennesimo sito-biografia, ma di accompagnare l’utente in un viaggio entusiasmante, libero e quindi assolutamente personale, dentro l’opera rossiniana.  Potremmo dire di aver creato uno storytelling rossiniano molto più pop, con un approccio informale e più vicino al pubblico di massa».

Tre sono le chiavi di lettura del sito: la prima è certamente quella esperienziale. L’esplorazione prende il via con la musica, al centro di tutto il progetto: le opere rossiniane non solo scorrono in background come tappeto sonoro, ma diventano vera e propria rappresentazione visiva, che si trasforma e cambia man mano che procede la navigazione. L’utente è lasciato libero di costruire il suo viaggio, scegliendo di seguire una linea temporale continua, oppure saltare le tappe balzando da un periodo all’altro, secondo i propri interessi e curiosità.

Ad ogni “pietra miliare” nella vita del maestro corrisponde un approfondimento biografico con le opere ad esso associate. Fino all’ultima tappa: il 2018 e le celebrazioni dell’anniversario.La funzionalità è la seconda chiave: il sito è pensato per costituire un elemento di raccordo per tutte le iniziative culturali dedicate a Rossini nel mondo. Grazie all’apposito modulo di contatto, chiunque abbia un progetto inerente può segnalarlo, mentre nella sezione Eventi è possibile consultarli anche in questo caso in diverse modalità, lungo un arco temporale simile a un pentagramma oppure geolocalizzati su una mappa.

Infine il legame con il territorio: la terza chiave di lettura è racchiusa nella sezione Progetti Speciali che vedono Pesaro in prima linea con le attività del Comitato e le iniziative collegate alle celebrazioni del 150°, dal cibo all’educazione. «È stato senza dubbio un progetto ambizioso e sfidante» sottolinea ancora Claudio Tonti di Websolute «e per questo ancor più appassionante. In più c’è l’orgoglio di poter raccontare forse il più grande artista pesarese a livello mondiale. Per questo abbiamo voluto sfruttare le tecnologie più avanzate attualmente esistenti. Così gioachinorossini.it è un sito estremamente intuitivo, semplice e fluido agli occhi dell’utente, ma proprio perché è assai complesso dal punto di vista tecnico. Soltanto l’onda sonora che si propaga dalle immagini al ritmo della sinfonia in ascolto è frutto di un avanzato livello di programmazione, come tanti altri accorgimenti di user experience. Senza contare la completa responsività di tutti gli effetti su ogni genere di device. Abbiamo creato tutto da zero per dare al pubblico qualcosa di veramente unico, come lui ha fatto con la sua musica».

ROSSINI 150 – Partito nel 2016 (anno bisestile che ha portato in dote il 29 febbraio, giorno di compleanno del Cigno) con il riconoscimento ufficiale del Centenario Rossiniano, Rossini150 guiderà la strategia internazionale promossa dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, e sostenuta dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Gioachinorossini.it sarà dunque il cuore digitale di questa strategia, il cui piano di eventi già fitti vede in campo il Comitato Promotore delle Celebrazioni Rossiniane e il Comitato Nazionale per le Celebrazioni dei Centenari Rossiniani; con loro, le realtà ‘depositarie’ dell’eredità del Maestro: Fondazione Rossini, Conservatorio Statale di Musica G. Rossini, Fondazione Rossini Opera Festival, in partnership con Comune di Pesaro, Regione Marche, le istituzioni ministeriali sopra citate, Farnesina, MiBACT e Miur, e poi ancora RAI come media partner, e i programmi europei Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, EUSAIR – Strategia Europea per la regione Adriatico Ionica, e Forum delle Città Adriatico-ioniche.

WEBSOLUTE – Eccellenza italiana fondata nel 2001, Websolute è una digital company internazionale a cui fa capo un network di eccellenze specializzate verticalmente in ambiti di grande interesse per il mercato, quali le tecnologie per l’e-commerce, il performance marketing, lo sviluppo di applicazioni mobile e le attività di video storytelling e Youtube advertising. Guidata da Lamberto Mattioli direttore generale, Claudio Tonti direttore creativo e responsabile digital strategy e Maurizio Lanciaprima CFO e direttore business & e-commerce, Websolute conta oggi 150 dipendenti e 9 sedi di cui una in Cina (2 a Pesaro, e poi Milano, Roma, Treviso, Arezzo e Pisa, Ancona e Shanghai) dove realizza progetti di comunicazione digitale per i brand più rappresentativi della bellezza italiana, nei più svariati campi, dal design alla moda fino al turismo: Scavolini, Ernestomeda, Minotti, Giorgetti, FICO Eataly World, Costa Edutainment, De Cecco, Rocchetta, Giovanni Raspini e Sportmax, solo per citarne alcuni.

Un gruppo decisamente all’avanguardia nel settore, al punto da affermarsi come punto di riferimento per la strategia digitale di grandi brand come Pampers, di recente nominata “Top brand digital” nella classifica UK stilata da L2, società di business intelligence che rileva le migliori performance dei marchi nel digitale.

«Negli ultimi 24 mesi – racconta Lamberto Mattioli, direttore generale – abbiamo intrapreso un importante percorso strategico che ha portato il nostro gruppo a trasformarsi in una digital company, il cui volume di affari ha superato oggi la quota 11 milioni di euro». (red)

Copyright © 2018 Offida.info, riproduzione riservata.