Il Presidente della Provincia Sergio Loggi, insieme a tutti i Consiglieri Provinciali, ha fatto il punto sull’attività svolta nel primo anno di mandato dell’ente avviato con le elezioni provinciali tenutesi il 18 dicembre 2021.

“Ringrazio i consiglieri per l’ottimo lavoro di squadra svolto in questo primo anno di mandato complesso e con sfide impegnative – ha esordito il Presidente – ho assegnato loro le deleghe non solo sulle competenze attribuite dalla legge alle Province, ma anche su materie d’interesse per il territorio come atto di valore politico per sottolineare l’impegno a svolgere un’azione incisiva di rilancio per l’intera comunità locale. Ringrazio inoltre i dirigenti provinciali e tutto il personale che hanno lavorato con abnegazione per conseguire significativi risultati a vantaggio della comunità picena.

BILANCIO
“Abbiamo approvato il Bilancio a marzo 2022 in tempi rapidi e nei termini di legge – ha specificato il Consigliere con delega alla programmazione economica e finanze Marco Teodori – per mettere a disposizione degli uffici lo strumento di programmazione indispensabile a far partire le tante opere pubbliche in programma sul territorio, dalla costa alla montagna. Il documento prevede entrate per circa 68 milioni di euro e punta con decisione sull’aumento della sicurezza di scuole, strade, infrastrutture e ambiente. Nel triennio 2022 – 2024 le risorse per la viabilità superano i 38,5 milioni di euro e quelle per il patrimonio si attestano a circa 65 milioni di euro con interventi per la quasi totalità su istituti scolastici e, in parte, manutenzioni straordinarie riguardanti le sedi istituzionali”.

La Provincia ha ridotto il deficit a 18 milioni di euro rispetto ai 21 milioni del 2020 con un disavanzo quindi che si è ridotto di ben 3 milioni di euro. Inoltre, ulteriori 3 milioni di euro sono stati già stanziati per una più incisiva riduzione del disavanzo tecnico che andrà a migliorare ulteriormente il quadro economico del Rendiconto 2022.

Dopo il Rendiconto 2021 l’Ente non è da considerarsi in condizioni strutturalmente deficitarie per la prima volta in quanto 5 parametri su 8 hanno valori positivi. Da segnalare che nelle due variazioni di bilancio straordinarie varate a settembre 2022 e novembre 2022 sono stati stanziati ulteriori 500 mila euro generati da economia di spesa e destinati il 50% alla viabilità e l’altro 50% all’edilizia scolastica.


PATTI TERRITORIALI
“L’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno ha presentato al MISE il progetto pilota per la procedura di assegnazione dei contributi relativi ai vecchi Patti Territoriali – ha dichiarato il Vice Presidente Antonio Borraccini – un lavoro valido, frutto della capacità progettuale dei nostri Comuni e delle nostre imprese che punta sulle vocazioni del territorio rivisitate e valorizzate in chiave innovativa In caso di esito positivo – ha proseguito Boraccini – alla nostra Provincia potrebbero essere attribuite risorse per 9,5 milioni di euro con un indotto stimato di almeno 20 milioni di euro di risorse di capitali. Voglio anche ricordare l’impegno nel Cotuge con il consolidarsi di finanziamenti che, nel 2023, auspico potranno condurre ad iniziare i lavori per realizzare una struttura moderna e al passo con i tempi al servizio di tutto il comprensorio Piceno.”


Politiche Europee – Progetto Erasmus
La Provincia di Ascoli Piceno è capofila dal consorzio “PicenoNet for Mobility” di cui fanno parte tutte le scuole superiori del territorio e altri organismi partner: Bim Tronto, Associazione Culturale SpazioAmbiente, Unione Sindacale Regionale CISL Marche, Consorzio Universitario Piceno (CUP), Confederazione Nazionale Artigianato e Piccola e Media Impresa di Ascoli Piceno. Gestisce tre progetti del programma Erasmus + per un bugdet totale di circa 740 mila euro. I 3 progetti, assegnano circa 260 borse a studenti del Piceno per lo svolgimento di un’esperienza formativa/lavorativa di mobilità presso aziende/organismi di vari paesi europei quali Francia, Spagna, Austria, Ungheria, Polonia, Slovenia, Irlanda e Repubblica Ceca.


RILANCIO BRAND TURISTICO PICENO E CARTIERA PAPALE

“Pur non avendo competenze dirette in campo turistico e culturale – ha spiegato il presidente Loggi – nell’attività di mandato sono state avviate strategie per il rilancio turistico e culturale del Piceno inteso come brand. E’ stata anche improntata un’azione di rilancio della Cartiera Papale di Ascoli Piceno riaperta a pubblico a luglio dopo un periodo di chiusura di quasi due anni. La Provincia ha ricevuto un contributo da parte della Regione Marche di 45mila euro destinato a questo importante risultato. Dal Miur è inoltre pervenuto un finanziamento di 80mila euro per un progetto di modernizzazione del Museo Orsini in chiave digitale e innovativa per le nuove generazioni”.


GOVERNANCE DEL TERRITORIO E SANITA’
Fin dall’inizio del mandato la Provincia di Ascoli Piceno ha inteso coinvolgere maggiormente i 33 Comuni della provincia attraverso l’Assemblea dei Sindaci su tematiche di Area Vasta e di governance del territorio come la sanità, il problema abitativo, l’edilizia residenziale pubblica, il caro energia. L’obiettivo perseguito è quello di essere “La Casa dei Comuni”. In particolare, sulla sanità sono convocate due assemblee dei sindaci per individuare modalità condivise volte a favorire soluzioni alle problematiche dei servizi socio-sanitari territoriali.


VIABILITA’

“Nel 2022 – ha evidenziato il capogruppo consiliare Daniele Tonelli- il Piano Opere Pubbliche prevede risorse per 21 milioni di euro tra interventi completati, in fase di inizio, di appalto o in di progettazione distribuiti in tutto il territorio provinciale. Tutti investimenti volti al miglioramento della sicurezza stradale e della fruibilità di circolazione”.

Segnalo alcuni interventi significativi realizzati nel 2022:

S.P. 93 Venarottese 900 mila euro

S.P. 1 Rosso Piceno Superiore 900 mila euro

S.P. 187 Villa Pera 300 mila euro

S.P. 4 Appignanese 500 mila euro

S.P. 253 Acqua Chiara – Castignano 300 mila euro

Ultimati e in fase di collaudo tecnico – amministrativo i lavori sulla S.P. 43 Mezzina per circa 6 milioni e 28mila euro.

Decreto Ponti e viadotti: 2 milioni e 300 mila euro progettazioni 2022 per interventi riqualificazione e potenziamento sicurezza.

Rifacimento segnaletica orizzontale e verticale lungo le arterie più importanti nel 2022 per un totale di 235 mila euro – Fondi Decreti Mit 123/2020 e 224/2020.

Attuata decespugliazione sulle strade provinciali nel 2022 per 120 mila euro attraverso ditte esterne intervenute nelle tre zone stradali in cui è suddivisa la mobilità provinciale. Decespugliazione continuata tutto l’anno con operai della Provincia.

Ultimati e collaudati con fondi PNRR interventi di manutenzione straordinaria sulle strade provinciali dei Comuni delle aree interne per 284 mila euro.

Miglioramento sicurezza S.P. 76 San Marco per gara automobilistica “Coppa Paolino Teodori” importo di 100mila euro, sono finalizzati al, manifestazione sportiva che si svolge da oltre 50 anni nel tratto finale della S.P. 76. Manutenzione traiettorie di corsa dei piloti – Bitumatura – installazione barriere – realizzazione segnaletica percorso gara.

Piano sgombro neve 2022/2023 per 422 mila euro. La Provincia è suddivisa in 49 comprensori, ognuno gestito da una ditta. L’appalto della neve si è concluso positivamente per tutti i comprensori.

QUESTIONE PONTE ANCARANESE
E’ stata effettuata lo scorso 16 dicembre la prova di carico sul ponte in cemento armato, della S.P. 3 Ancaranese. A seguire si dovranno attuare gli interventi previsti, in particolare interventi di manutenzione straordinaria sul ponte in muratura per 540 mila euro, che saranno eseguiti dalla Provincia di Teramo per conto della Provincia di Ascoli e di circa 3 milioni di euro da parte di Anas. Successivamente dovranno essere eseguiti gli interventi di manutenzione straordinaria sul ponte in cemento armato per 1,8 milioni, sempre da parte della Provincia di Teramo anche per conto della Provincia di Ascoli.

Le Province di Ascoli e Teramo lo scorso novembre hanno inoltrato richiesta di incontro al Commissario Legnini per capire se c’è la possibilità di finanziare la ricostruzione di un nuovo ponte, del costo complessivo di 11 milioni di euro.

“Appena insediata il primo argomento affrontato dall’Amministrazione provinciale è stato il ponte dell’Ancaranese – ha sottolineato il Presidente Loggi e il capogruppo Tonelli – che è strategico per l’asse viario Marche – Abbruzzo. E’ un ponte che ha delle criticità e abbiamo cercato di rendere partecipe nelle soluzioni le Regioni Marche e Abruzzo che condividono questo snodo essenziale. La nostra strategia è quella di fare un ponte nuovo e in tal senso ci appelliamo alle regioni Marche e Abruzzo affinché mettano a disposizione risorse nell’immediato. Non abbiamo finora avuto riposte e la Regione Marche non ha approvato l’emendamento della Consigliera Anna Casini per stanziare risorse per tale infrastruttura e ciò non risulta accettabile e comprensibile visto che con risorse importanti ma sostenibili, il Bilancio regionale può fornire un apporto decisivo per la tale realizzazione. Si afferma sempre che il Piceno è un territorio che merita attenzione e conseguire in sinergia questo obiettivo ci sembra l’occasione giusta per dimostrarlo nei fatti.”.


EDILIZIA SCOLASTICA
“Dall’inizio del mandato – ha rilevato il Presidente Loggi- insieme ai Consiglieri con delega all’Edilizia Scolastica Luciana Barlocci e all’Istruzione Stefano Novelli e con il dirigente e funzionari del servizio Patrimonio abbiamo visitato tutte le scuole del territorio per conoscere direttamente problematiche ed esigenze e contribuire a costruire insieme un sistema scolastico sempre più efficiente, moderno e funzionale a disposizione di studenti, docenti e personale scolastico.

Per assicurare la migliore efficienza di spazi e strutture scolastiche, l’Amministrazione Provinciale nel Piano Opere Pubbliche ha messo in campo investimenti per 60 milioni di euro attingendo da tutti i fondi disponibili da quelli del Miur, alle ordinanze speciali del sisma fino alle risorse proprie dell’Ente.

Ricordo che l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della Regione Marche ha approvato con Decreto il progetto della Provincia per la realizzazione del nuovo liceo Psico-Pedagogico “E. Trebbiani” in via Marche, in zona di Pennile di Sotto con un investimento di circa 9 milioni e 500 mila euro. L’edificio sarà in grado di contenere almeno 20 classi oltre a laboratori, una biblioteca ed una aula magna e potrà ospitare complessivamente 500 studenti. Avrà anche una palestra di circa 700mq con un campo da pallacanestro regolamentare.

La Provincia di Ascoli Piceno, con un investimento di circa 2,5 milioni di euro, realizzerà un nuovo plesso in via della Repubblica destinato ad ospitare a rotazione docenti e allievi di vari istituti superiori in occasione degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento sismico che saranno effettuati secondo apposito crono-programma.

Non è stato infatti possibile reperire locali in affitto adeguati e, con questa soluzione, la Provincia consegue un importante obiettivo: consentire l’esecuzione dei lavori trasferendo temporaneamente in questa struttura gli studenti in attesa del termine degli interventi di potenziamento della sicurezza sulle scuole interessate. Il nuovo contenitore sarà realizzato in tempi brevissimi risolvendo problematiche logistiche e mettendo a disposizione del patrimonio scolastico dell’Ente nuove aule e laboratori.


POLIZIA PROVINCIALE E AMBIENTE
Nel 2022 la Provincia ha proceduto alla nomina di un comandante della Polizia Provinciale nella persona del Dott. Eugenio Vendrame. Tale figura intende rafforzare l’operato della Polizia Provinciale che svolge compiti essenziali nella tutela ambientale, in materia di viabilità e codice della strada e attività di supporto in materia di polizia giudiziaria.

In tema di controllo ambientale la Provincia ha istituto un tavolo tecnico sulle problematiche dei rifiuti abbandonati composto da Amministrazione Provinciale, Polizia Municipale di Ascoli Piceno e Ascoli Servizi Comunali. Recentemente è stato rimosso il deposito di rifiuti urbani e speciali che si era accumulato nel tempo ad opera di ignoti sulla carreggiata della strada provinciale n. 116, in località Vallesenzana.

La Polizia Provinciale ha effettuato circa 100 interventi di varie tipologie su tutto il territorio in particolare sono stati rilevati 36 incidenti causati da fauna selvatica, sono stati effettuati 16 sopralluoghi per il controllo della fauna ittica sui corpi idrici provinciali e 4 sopralluoghi per controllo inquinamento corsi d’acqua.

La Polizia Provinciale, in collaborazione con l’ATC (Ambito Territoriale di Caccia), ha espletato 103 interventi di per contenimento cinghiali.

In totale la Polizia Provinciale ha inoltre erogato 226 sanzioni amministrative in materia di infrazioni all’attività venatoria, ittica e di protezione di flora e fauna. Sono stati istruiti 104 procedimenti di contenzioso amministrativo con l’emissione di 62 ordinanze di ingiunzione e n. 1 ordinanza di confisca.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: