Per l’iride è già conto alla rovescia

Mondiale sempre più vicino, e ci prova anche offida per gli juniores

ANCONA – Le Marche guardano al conclave di fine mese dell’Uci nella speranza che arrivi la decisione sulla località scelta per organizzare i Campionati del Mondo del 2011. L’accoppiata Loreto-Castelfidardo è in attesa di novità dal massimo organismo del ciclismo planetario che si riunisce in Belgio in occasione del mondiale di ciclocross (26, 27 e 28 gennaio). In lizza insieme a Loreto e Castelfidardo due metropoli del calibro di Copenaghen e Mosca con quest’ultima che sembra l’avversario più insidioso che potrebbe sbarrare la strada all’Italia, già abbondantemente premiata negli anni scorsi e con Varese che organizzerà la prova del 2008. La candidatura di Mosca è sostenuta dall’imprenditore Roman Abramovich, il presidente del Chelsea, che dopo investimenti stratosferici nel calcio punta sull’evento ciclistico del 2011 che darebbe prestigio alla Russia. Abramovich, l’undicesima persona più ricca al mondo, turba i sogni di Loreto e Castelfidardo ma nelle ultime settimane sembrano arrivare segnali incoraggianti dall’Uci. Fred Mengoni continua instancabilmente a tessere la tela, forte del sostegno della Santa Sede (il binomio fede-sport rimarcato più volte), di un progetto solido (Comuni, Regione Marche e sponsor sono pronti), di tradizioni riconosciute. Ma è la sua storia personale, l’amore smisurato per il ciclismo, il merito di averlo trapiantato negli Stati Uniti che potrebbero mettere ko l’ambizioso Abramovich. Alla fine però potrebbe esserci soddisfazione per entrambe. Sta infatti scricchiolando l’operazione Australia 2009 e quella data potrebbe tornare libera con Loreto-Castelfidardo o Mosca dirottate nel 2009. Più probabile l’anticipo di Mosca visto che l’anno prima la maglia iridata verrà vestita a Varese.
Intanto Offida punta ad organizzare il mondiale juniores. Gli organizzatori del Trofeo Beato Bernardo, che nelle ultime edizioni si è consacrato nel panorama nazionale per l’alto numero di corridori e per la loro qualità, hanno formalizzato la richiesta di ospitare la prova iridata nel 2008 o nel 2009. L’iniziativa della Sca Offida, guidata da Gianni Spaccasassi, è sostenuta dalla Fci Marche. “Offida ha le carte in regola per organizzare il Mondiale Juniores e la Federazione Marche appoggia con slancio la candidatura – sostiene il presidente Ivo Stimilli – La nostra regione ha già ospitato grandi eventi ma siamo pronti ad organizzarne altri. Per il 2008 contiamo di ospitare nuovamente il Giro d’Italia. C’è l’interessamento per la corsa rosa delle province di Pesaro, Ancona e Macerata e le possibilità di ottenere una tappa di prestigio sono buone. Quanto ad Offida ritengo che stiano lavorando bene e che il Mondiale sia uno stimolo per l’intero movimento marchigiano”.

E a proposito di ciclismo marchigiano, anche quest’anno la Amore & Vita – McDonald’s, che fa capo ad Ivano Fanini, utilizzera biciclette Nsr, prodotte dalla F.I.B., l’azienda marchigiana che ha sede a Castelplanio ed è guidata da Matteo Nuzzi, imprenditore barese ma ormai marchigiano di adozione, ex dilettante e poi appassionato costruttore. E’ di questi giorni la visita negli stabilimenti di Castelplanio del D.S. Roberto Pelliconi in compagnia dei due nuovi atleti di richiamo del team A&V: Ivan Quaranta e Ruslan Ivanov. Tre ore di incontro per pianificare il lavoro su telai e materiali, e per ottimizzare il mezzo tecnico e adattarlo alle specifiche del singolo corridore.
Matteo Nuzzi ha discusso personalmente con gli atleti per progettare nel dettaglio i loro telai da gara. F.I.B. fornirà al team due tipologie di biciclette, la Nsr Space Evolution, in monoscocca di carbonio HM, un modello personalizzato con i logo ed i colori Amore & Vita – McDonald’s, e la Nsr Cyber, in alluminio super leggero e carro posteriore in carbonio HM. Per l’Amore & Vita McDonald’s si apre un nuovo capitolo con l’obiettivo di un grande rilancio per i due big di Fanini, che vorrebbero tornare tra i grandi di questo sport. In casa Fanini si punta in particolare su Ivan Quaranta, capace in passato di battere più di una volta Cipollin in volata. L’appuntamento è per l’apertura stagionale con i classicissimi trofei Donoratico e Laigueglia, anche se il vero e proprio esordio per una parte del team dovrebbe avvenire il 23 Gennaio in Argentina dove si correrà la Vuelta San Luis.
(Fonte: Corriere Adriatico – autore: FRANCESCO FIORDOMO)

© Copyright - OFFIDA.info
Condividi:

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/