Offida, la cicogna non abita più in paese

La cicogna non ne vuole proprio sapere di posarsi più spesso sui tetti di questa cittadina picena. Rispecchiando, infatti, una situazione nazionale da cui emerge un generale invecchiamento della popolazione, Offida nel corso di questi ultimi anni ha registrato una forte impennata della mortalità nei confronti della natalità. A dimostrazione di ciò, lo scorso anno sono stati settantacinque i decessi (42 maschi e 33 femmine) mentre soltanto trenta i nati (16 maschi e 14 femmine). In quanto alle emigrazioni sono stati centodue i cittadini che hanno lasciato Offida nel 2007 (51 maschi e 51 femmine). La popolazione offidana è dunque in forte calo? Non proprio così. In questi ultimi anni è rimasta pressoché stazionaria. A far quadrare i conti arrivano gli immigrati. Nel 2007 sono arrivati centoventisette stranieri (55 maschi e 72 femmine). Attualmente, alla data del 7 febbraio 2008, i residenti in Offida sono 5.318 (2588 maschi e 2730 femmine). Ci sono poi i clandestini, molti di origine cinese che spesso hanno creati problemi alla popolazione. In questo senso sono stati diversi i blitz portati a termine dai carabinieri della cittadina collinare all’interno di alcuni opifici dove lo sfruttamento del lavoro era all’ordine del giorno. Sono scattati anche arresti e denunce nei confronti dei titolari e di uomini e donne irregolari. Ultimamente a lavorare come schiave sono state trovate due ragazze in stato interessante. L’attenzione delle forze dell’ordine resta comunque alta.
Facile, invece, per i regolari. Risultano residenti in Offida 261 extracomunitari, di cui 120 cinesi. 33 albanesi, 22 del Marocco, 28 originari dei Paesi della ex Yugoslavia, 11 tunisini, 13 latino americani. E sempre tra gli extracomunitari vi sono poi altri provenienti dalla Svizzera, Iran, Nigeria, Bielorussia, Stati Uniti d’America, Senegal, Ucraina e Sri Lanka. 57, invece, sono gli stranieri comunitari residenti in Offida. In maggioranza sono Rumeni (28), poi Polacchi (8), Tedeschi (7) ed altri provenienti da Ungheria, Slovacchia, Belgio, Spagna, Gran Bretagna e Danimarca. I dati sono stati gentilmente forniti dall’Ufficio Servizi Demografici del Comune. In questi ultimi anni, dunque, la popolazione di Offida si è stabilizzata intorno ai cinquemila e trecento abitanti. E’ dal 1990, infatti che oscilla dai 5393 ai 5318 attuali. La punta più alta si è avuta nel 1951 con ben 8046 residenti. Il forte calo, dovuto soprattutto alla fuga dalle campagne per trovare miglior lavoro lungo la riviera, si è registrato negli anni sessanta. Dal 1960 con 7542 abitanti, Offida è passata ai 5863 del 1969. Il 1966 è stato l’anno in cui in Offida vi è stata l’emigrazione più forte. Sono stati, infatti, 426 gli Offidani che hanno lasciato la propria terra per altri lidi. In quanto alle nascite e ai decessi, fino al 1972 i nati hanno sempre superato i morti, poi, la tendenza si è invertita. Il maggior numero di nascite si è avuto negli anni cinquanta con punte massime nel 1955 (124 nati), 1956 (130), 1957(113). Dati questi che dimostrano come i tempi siano cambiati, ma si spera che attraverso giuste scelte e passi ponderati, Offida possa continuare ad essere quella cittadina serena, capace di tranquillità e di cordialità. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore: Nicola Savini)

Copyright © 2018 Offida.info, riproduzione riservata.