Marche: assunti 3000 infermieri. Mancano i tamponi

L’emergenza coronavirus nelle Marche, presenta due grosse criticità cui dare soluzione prima possibile: personale e tamponi.

Per sopperire alla mancanza di personale la Regione prevede l’assunzione di 3 mila infermieri.

“Già da oggi – dichiara l’assessore alla sanità Filippo Saltamartini – abbiamo pubblicato la graduatoria del personale infermieristico. Li chiameremo tutti per l’assunzione che, al momento, sarà a tempo determinato per 3 mesi. Una volta validata la procedura concorsuale passeremo poi al contratto a tempo indeterminato. Diamo così una risposta alla carenza riscontrata nei reparti in un momento estremamente difficile che richiede il massimo sforzo”.

“Per questo stamattina, nel corso del collegamento telematico con il Comitato Operativo della Protezione Civile Nazionale presieduto da Angelo Borrelli, la nostra Regione ha rinnovato la richiesta dell’invio di personale medico militare specialistico come anestesisti e rianimatori, internisti, pneumologi, necessari per il Covid Hospital di Civitanova. Abbiamo chiesto anche medici militari per le case di riposo, in particolare per Mogliano, Fabriano, Jesi, Macerata e Santa Maria Nuova, strutture che oggi vivono una fase critica. Ci servirà per garantire una appropriata continuità di cura degli ospiti delle Rsa, persone che per la loro fragilità e storia personale meritano cure, e attenzione aggiuntiva nelle nostre strutture sociosanitarie residenziali”.

L’assessore lamenta anche la carenza di tamponi per i test. Ne sarebbero rimasti solo 14.000.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: