Non allenta la morsa del freddo nelle Marche, anche se il peggio sembra passato. In tutta la regione vi sono criticità in particolare nella fascia collinare e montana. Alcuni fiumi nel maceratese sono esondati; nel Piceno è straripato il Tenna e disagi nella circolazione si registrano un po’ ovunque. In alcuni comuni le scuole sono rimaste chiuse. A Foce di Montemonaco sui Monti Sibillini, si sono verificate tre valanghe che non hanno provocato danni a persone e cose, solo un temporaneo isolamento per alcuni nuclei familiari. Marzo non ha disatteso le sua proverbiale caratteristica di instabilità metereologica, ma per i prossimi giorni, pur persistendo un clima rigido, non dovrebbero verificarsi precipitazioni significative. (ap)

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: