“L’autovelox non serve”

La protesta dell’associazione “Il Circolo” di Offida

OFFIDA – Si possono risolvere i problemi della viabilità con un autovelox?. Questo è quanto si chiede Umberto Svizzeri, membro dell’associazione politico-culturale Il Circolo di Offida. Che la situazione della viabilità ad Offida sia caotica è sotto gli occhi di tutti – dice Svizzeri in una nota stampa – ma che si perseveri a volerli risolvere solo con la repressione è fatto grave. Sono dati di fatto l’aver spostato i medici di base in un’unica struttura (ex Ospedale) senza rendersi conto che ciò ha comportato un grosso problema di parcheggi per gli assistiti e risolverlo solo con le multe; l’aver collocato temporaneamente l’asilo nido nel centro storico dove esistono a malapena posti macchina solo per i residenti; il non proseguire a regolamentare gli attuali parcheggi di Piazzale delle Merlettaie, con apposite segnalazioni dei posti, crea una sorta di parcheggio selvaggio… Tutta la segnaletica, sia verticale che orizzontale – prosegue Svizzeri – è distribuita in malo modo e spesso con gravi lacune. Da qualche tempo l’autovelox è stato spostato in prossimità dell’uscita dalle scuole elementari la cui presenza non è indicata da nessun segnale stradale. Inoltre si crea un ulteriore pericolo perché la macchina privata che contiene l’autovelox, si trova parcheggiata in evidente posizione di divieto di sosta, vicino ad un incrocio pericoloso”.
(Fonte: Corriere Adriatrico)

© Copyright - OFFIDA.info
Condividi:

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/