Festeggiamenti in onore del Beato Bernardo

santuario.jpgPROGRAMMA RELIGIOSO

20-21 Agosto ore 21,00 – Preparazione alla festa con Rosario Meditato e Santa Messa Animerà il triduo Padre Marzio Calletti, Rettore Santuario di Loreto –  22 Agosto ore 20,15 – Santa Messa e Processione per le vie di Offida.  Presterà servizio la Banda “Città di Offida” – 23  Agosto dalle ore 7,00 alle ore 12,00 SS. Messe. – ore 11,00 – Santa Messa presieduta da S. Ecc. Mons. SILVANO MONTEVECCHI Vescovo di Ascoli Piceno Nel pomeriggio Messe ore 17,00 / 18,00 / 19,00
 
PROGRAMMA CIVILE

–  16-19 Agosto ore 20,30 – BOCCE E… DINTORNI GIOCHI PER TUTTI!!! – 19 Agosto ore 14,00 – CORSA CICLISTICA XV ° Trofeo B. Bernardo “Coppa città di Offida” – 20 Agosto ore 21,45 presso il Santuario Beato Bernardo – Concerto del trio “NEW VOCAL ENSEMBLE” M. Marco Ferretti – 21 Agosto ore 21,45 presso il Santuario Beato Bernardo – Concerto d’organo M. Serenella Secchiero – 22 Agosto ore 22,00 – Musica con il gruppo “GIALLO 9” – 23  Agosto ore 9,00 – Giro per la città della banda “Città di Offida” – ore 21,00 – Notte magica con la Band Musicale “I CARRAMBA” – ore 22,30 – Spettacolo di alta magia con il “MAGO ARES” – ore 23,15 – Ecospettacolo dei fiori con il”MAGO FALAPPA” – Ore 24,00 – GRANDE SPETTACOLO PIROTECNICO – della Ditta “ALESSI” di Appignano del Tronto.

BIOGRAFIA DEL BEATO BERNARDO

Il BEATO BERNARDO, al secolo Domenico Peroni, nacque ad Offida il 7 novembre 1604. A ventidue anni entrò nell’ordine dei frati cappuccini, cominciando il noviziato a Corinaldo e terminandolo a Camerino, dove emise la professione il 15 febbraio 1627. Passò quindi nei conventi di Fermo, dove fu aiuto – cuoco, di Ascoli Piceno e poi, fin dal 1650, di Offida, dove trascorse tutto il resto della sua vita, eccettuato un breve periodo passato di nuovo ad Ascoli nel 1674–75. Morì in patria il 22 agosto 1694.  A Offida svolse per lungo tempo l’ufficio di questuante, aggirandosi, quale benefattore di poveri, consolatore di afflitti e messaggero di pace, per i paesi e le campagne di quell’ampio circondario di questua e raccogliendo elemosine per i frati e per gli indigenti. Fu poi portinaio del convento, dove accolse innumerevoli persone che a lui si rivolgevano per consiglio o per ricevere un tozzo di pane. A tutti fra Bernardo aprì il suo animo buono. Dio, per sua intercessione, operò numerosi prodigi a sollievo di malati e sofferenti di ogni specie. Tipica figura di frate laico cappuccino del Seicento, fra Bernardo brillò di fulgida luce per ardentissimo amore verso Dio, per eccelsa contemplazione, accompagnata talora da fenomeni mistici, e per eccezionale carità verso i bisognosi. Visse in totale spirito di “minorità”, tanto che Pio VI, nel proclamarlo beato nel 1795, lo contrappose, per la serafica umiltà, al superbo sapere illuministico di quell’epoca. Il Beato Bernardo è una delle più note figure del Piceno per Santità di vita ed è ancora “vivo” ad Offida e nei dintorni, dove gode straordinaria devozione. Il suo Santuario è meta di continue visite e “altare” di numerose grazie. Il celebre musicista austriaco F. J. Haydn(1732 – 1809) compose in onore del beato Bernardo la Missa in si bemolle maggiore. La messa si intitola: Missa Sancti Bernardi Von Offida, e ha come sottotitolo Heiligmesse, per il fatto che il compositore nel Sanctus ripropone una vecchia melodia di un canto assai noto in quel tempo: Heilig, heilig…Informato della beatificazione dell’umile cappuccino offidano, dai frati della chiesa che egli frequentava, compose di getto la messa nell’autunno del 1796 e volle che fosse eseguita la prima volta nella chiesa dei Cappuccini di Vienna il Sabato 11 settembre 1797, giorno in cui a quel tempo si celebrava la festa del beato novello. Il pontefice Gregorio XVI parla di lui nel diploma del 20 dicembre dell’anno 1831, col, quale dichiara città la terra di Offida : “Ciò che conferisce maggior lustro e decoro a Offida è che in essa nacque il beato Bernardo, il cui sacro corpo si venera nel santuario dei cappuccini: alla sua tomba accorrono da tutti i paesi della regione, per implorarne la potente intercessione, manifestata da grandi miracoli”. In Italia va segnalata un’altra iniziativa: la sistemazione di una statua di fra Bernardo, pochi anni dopo la sua beatificazione, in una nicchia delle guglie del DUOMO di MILANO. (info: www.beatobernardo.tk )

Copyright © 2018 Offida.info, riproduzione riservata.
Condividi:
www.pdf24.org    Invia articolo in PDF   

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/