offida panorama

di Alberto Premici – La quarta ondata del Covid si sta diffondendo con una certa rapidità, soprattutto nel versante nord-est dell’Italia, coinvolgendo a caduta Friuli, Veneto, Emilia Romagna e Marche. La persistente situazione critica nelle limitrofe Slovenia ed Austria, i cui confini sono ancora aperti, potrebbe essere una concausa di questa allarmante situazione, insieme alla stagione fredda che favorisce sia la diffusione che un decorso peggiore della malattia.

Come se non bastasse il virus continua a mostrarci, con drammatica costanza, tutte le sue variabili come l’ultima chiamata Omicron, isolata in Sudafrica, ma già presente in Europa, in particolare in Olanda, Belgio, Germania ed altri paesi. Rapidamente chiusi o limitati tutti i collegamenti tra Europa e Sudafrica ed attivati i protocolli del caso, come tracciamenti e quarantene. Su questa ennesima variante il Ministro Speranza non ha dubbi: «Arriverà in Italia? Difficile possa essere fermata. Essenziale la terza dose»

In Italia la situazione della pandemia e la progressione dei contagi in corso, anche se di gran lunga migliore rispetto ad altri paesi, porterà a breve al ripristino delle zone colorate, sulla base dei parametri rilevati. Il Friuli Venezia Giulia passerà in zona gialla, mentre altre zone sono prossime a farlo.

L’Istituto Superiore di Sanità, nel Report esteso sul Covid-19, dichiara che: “Il tasso di terapie intensive nei non vaccinati, negli ultimi 30 giorni, è 6,7 ogni 100mila. Nei vaccinati da meno di sei mesi, invece, il tasso è 0,54x100mila. In pratica 12 volte più basso”.

Nelle Marche le terapie intensive hanno raggiunto la soglia critica del 10%, ma fonti sanitarie dell’Ospedale Regionale Torrette di Ancona, rassicurano che la situazione è sotto controllo. Resta il fatto che la nostra regione, secondo i parametri, è al limite per entrare in zona gialla.

Nelle ultime 24h i casi positivi nelle Marche sono stati 575, così suddivisi tra province: 164 a Pesaro Urbino, 132 Ancona, 103 Ascoli Piceno, 86 Macerata, 63 Fermo e 27 casi da fuori regione. I tamponi eseguiti sono 6.217 di cui 3.727 nel percorso diagnostico di screening (11,5% di positivi) e 2.490 nel percorso guariti, a cui si aggiungono 2.146 test antigenici.

Nella provincia di Ascoli Piceno, sono 4 i comuni senza casi positivi. Quello con il numero maggiore è San Benedetto del Tronto, seguito da Ascoli Piceno, Grottammare, Castignano e Spinetoli. Offida al momento registra 14 positivi e 22 persone in quarantena. Questo il report del Servizio Sanitario Regionale delle Marche per i 33 comuni della provincia di Ascoli Piceno, in fase di costante aggiornamento:



Acquasanta Terme


AP


27/11/2021
quarantene

10
positivi

8


2646
Acquaviva PicenaAP27/11/202122183705
Appignano del TrontoAP27/11/2021Inferiori a 5Inferiori a 51711
Arquata del TrontoAP27/11/2021Inferiori a 5Inferiori a 51061
Ascoli PicenoAP27/11/20211739547404
CarassaiAP27/11/2021001004
Castel di LamaAP27/11/202127168507
CastignanoAP27/11/2021119862684
CastoranoAP27/11/20211152300
Colli del TrontoAP27/11/20215Inferiori a 53673
ComunanzaAP27/11/202125153010
CossignanoAP27/11/202112Inferiori a 5908
Cupra MarittimaAP27/11/202120135401
FolignanoAP27/11/202132219142
ForceAP27/11/2021001235
GrottammareAP27/11/20211108716063
MaltignanoAP27/11/2021Inferiori a 5Inferiori a 52322
MassignanoAP27/11/20216Inferiori a 51641
Monsampolo del TrontoAP27/11/202139284555
Montalto delle MarcheAP27/11/20215Inferiori a 51977
MontedinoveAP27/11/20215Inferiori a 5507
Montefiore dell’AsoAP27/11/202124132001
MontegalloAP27/11/2021Inferiori a 5Inferiori a 5463
MontemonacoAP27/11/202100558
MonteprandoneAP27/11/2021563812837
OffidaAP27/11/202122144895
PalmianoAP27/11/202100171
RipatransoneAP27/11/202121164156
RoccafluvioneAP27/11/20212071959
RotellaAP27/11/2021117846
San Benedetto del TrontoAP27/11/202145031147544
SpinetoliAP27/11/202192577309
VenarottaAP27/11/2021851977
Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info