Covid Italia: aumento di decessi, terapie intensive e ricoveri

 

di Alberto Premici – Secondo i dati forniti in serata dal Ministero della Salute, sono 502 (15 nelle Marche) i decessi per Covid nelle ultime 24 ore, ieri erano 354, che portano il totale in Italia a 103.001. Aumentano i tamponi effettuati, 369.379 rispetto ai 179.015 di ieri, che riportano il tasso di positività al 5,5%.

Sono 319 in nuovi pazienti ricoverati in reparti di rianimazione (ieri erano 243)e 3.256 (ieri 3.157) i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Secondo l’ultimo monitoraggio dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) aggiornato al 15 marzo, l’impiego di posti in terapia intensiva si attesta ad un livello preoccupante del 35%, (il 9 marzo era del 30%).

Sfiora il 40% l’occupazione dei letti dei reparti di area non critica di pneumologia, malattie infettive e medicina generale. Sono 13 le regioni che superano la soglia del 30%: Abruzzo (40%), Emilia Romagna (49%), Friuli Venezia Giulia (40%), Lazio (31%), Lombardia (51%), Marche (57%), Molise (51%), Provincia autonoma di Bolzano (33%), Provincia autonoma di Trento (53%), Piemonte (44%), Puglia (33%), Toscana (40%) e Umbria (53%).

Sul fronte dei vaccini, si attendono le valutazioni dell’EMA, Agenzia europea per i medicinali, in merito al caso AstraZeneca, per poter eventualmente riprenderne in totale sicurezza la somministrazione.

Al momento non sembra esserci un nesso tra i casi di trombosi segnalati e la somministrazione del vaccino. Ma in Germania il Ministero della Salute, segnala un’incidenza anomala tra trombosi e vaccinati AstraZeneca, superiore di 5 volte del previsto.

In Italia le dosi complessive di vaccino somministrate sono oltre 6,8 milioni ed i cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono più di 2 milioni.

Ad Offida sono 9 i casi positivi e 19 i cittadini in quarantena.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: