Controlli ed arresti in un laboratorio cinese ad Offida

OFFIDA – Sequestrati macchinari e materiali per oltre 300 mila euro.

I Carabinieri della stazione di Offida hanno fatto un sopralluogo presso un laboratorio cinese all’interno del quale hanno trovato due operai di quella nazionalità. Il primo è risultato inottemperante ad un provvedimento di espulsione emesso dal prefetto di Rimini nell’agosto 2005 e tratto in arresto per aver eluso il provvedimento. Il secondo è stato trovato privo di cocumenti e pertanto accompagnato in questura dove gli è stato notificato l’avvio della pratica per il provvedimento di espulsione. lo stesso titolare della fabbrica, cittadino cinese di ventisei anni, è stato denunciato in regime di libertà per favoreggiamento ad emigrazione clandestina e sfruttamento a fini lavorativi. L’azienda è stata messa sotto sequastro per materiale e macchinari per un valore di trecentomila euro. nelle prossime settimane proseguirà l’indagine insieme a funzionalri della Asl per vedere se il titolare dell’azienda in questione abbia infranto o meno anche le disposizioni in materia d’igiene. (Fonte: Il Quotidiano -Autore: Carmine Rozzi)

© Copyright - OFFIDA.info
Condividi:

Author: Offida.info

https://www.offida.info/alberto-premici-2/