Il Sindaco di Spinetoli, Alessandro Luciani, è il nuovo presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata del Tronto.

Il Consiglio si è riunito nel tardo pomeriggio di lunedì 14 marzo. Assente giustificato per problemi di salute, l’ex presidente dell’Unione, Andrea Cardilli.

Tutta l’assise ha espresso la propria vicinanza al Sindaco di Colli del Tronto, nella speranza di una pronta guarigione, insieme al ringraziamento per il suo operato di 2 anni e mezzo, svolto in un periodo difficile segnato dalla pandemia.

“Nel mandato di Cardilli è stato svolto un lavoro particolare – commenta il Sindaco di Castorano, Graziano Fanesi – soprattutto per i Servizi Sociali e, nella prima fase della pandemia, sono state aiutate molte famiglie in difficoltà”.

“Ringrazio Cardilli – aggiunge il Sindaco di Castel di Lama, Mauro Bochiccio – perché con lui abbiamo fatto un bel lavoro di squadra e di confronto, condividendo molte scelte sul problema Covid”.

Il Sindaco di Offida, Luigi Massa tira le somme rispetto a ciò che è stato fatto per le problematiche socio-economiche che hanno reso l’ente attento e sensibile.

“Abbiamo fatto un buon lavoro anche in collaborazione con l’Ambito 23 – continua Massa – insieme ad Appignano e Castignano. Si è ragionato in base ai bisogni dei cittadini, condividendo le progettualità, grazie anche all’apporto dell’apparato tecnico. Il bilancio è positivo”.

Il Consiglio hanno ribadito l’importanza del criterio di alternanza alla guida dell’Unione e del tempo di ogni mandato di 2 anni e mezzo.

Infine c’è stata la votazione sul nome di Luciani, eletto presidente con le seguenti motivazioni: per l’esperienza amministrativa maturata, per il proseguimento della linea già fissata, per aver creduto sempre Unione come a un ente composto da un corpo e un’anima.

“Sono orgoglioso perché è un’elezione condivisa – conclude il Sindaco di Spinetoli – Sono convinto anche convinto che l’Unione debba cambiare passo. Uno dei primi impegni che prenderò sarà quello di convocare giunte allargate per introdurre nuove tematiche, motivazioni e obiettivi. Oltre che dei Servizi Sociali, l’ente potrebbe occuparsi anche di Ambiente, Sanità e magari anche Turismo. Al primo Consiglio daremo le nuove guide programmatiche. Spero di rispondere alla vostra fiducia.”.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info