NAS, metà dei ristoranti etnici irregolari

di Alberto Premici – “Cibi scaduti, scongelati e ricongelati, mancato rispetto delle norme igieniche, etichette incomprensibili, importazioni vietate.

Ben vengano le cucine etniche, a tutti piace il sushi, ma‘all you can eat’ non può fare rima con rischio di intossicazione alimentare: le regole valgono per tutti.

Non si mette a rischio la salute dei cittadini con pratiche illegali per mantenere i prezzi stracciati. Spesso manca la conoscenza del nostro sistema di regole che è tra i più avanzati a livello mondiale e su questo bisogna lavorare.

Grazie ai nostri Carabinieri del Nas che fanno luce su un settore in grande espansione e di grande richiamo soprattutto per le generazioni più giovani. A tutela di tutti sia ben chiaro che etnico non deve far rima con fuorilegge”.

Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, dopo i controlli del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, effettuati su tutto il territorio nazionale, nel mese di maggio.

Le verifiche hanno interessato strutture appartenenti alla filiera della commercializzazione e somministrazione di prodotti alimentari etnici, ovvero di produzione e preparazione enogastronomiche essenzialmente riconducibili a culture di Paesi extra europei.

Allarmanti i dati emersi: 515 ispezioni che hanno accertato irregolarità in 242 strutture (47%).

Sono stati rilevati alimenti in cattivo stato di conservazione, procedure preventive di autocontrollo aziendali inosservate o addirittura mai predisposte, utilizzo di alimenti con etichettature non in lingua italiana o prive di informazioni utili per ricostruirne la rintracciabilità, in alcuni casi materie prime di origine animale provenienti da Stati asiatici importate in violazione ai divieti esistenti.

Sono stati applicati provvedimenti di chiusura o sospensione dell’attività per 22 imprese commerciali per un valore di 5,3 milioni di euro.

In ambito penale i reati maggiormente riscontrati, in totale 27, sono stati la frode in commercio e la cattiva conservazione degli alimenti.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: