di Alberto Premici – L’Autodromo Nazionale di Monza, festeggia un secolo dalla prima competizione automobilistica. Un traguardo storico per uno tra i più antichi circuiti permanenti, sempre presente nel calendario F1.

E’ considerato il più veloce del Campionato di Formula 1: Juan Pablo Montoya raggiunse 369 km/h in gara e 372 km/h in qualifica. Due i Re del circuito con cinque vittorie ciascuno: Michael Schumacher e Lewis Hamilton. Quest’ultimo detiene il record assoluto del circuito, lungo 5793 metri, di 1’18″887 con una media incredibile di 264,362 km/h, la più alta di sempre della storia della Formula 1. La prima vittoria della scuderia Ferrari risale all’11 settembre 1949, per merito del mitico Alberto Ascari, al volante di una F125.

Oltre ad Ascari, hanno tagliato il traguardo per primi, Juan Manuel Fangio, Stirling Moss, Graham Hill, Jackie Stewart, John Surtees, Clay Regazzoni, Emerson Fittipaldi, Mario Andretti, Niki Lauda, Nelson Piquet, Alain Prost, Gerhard Berger, Ayrton Senna, Nigel Mansell, Damon Hill, Michael Schumacher, Rubens Barrichello, Fernando Alonso, Vettel, Rosberg e Hamilton.

Dal 1922 a oggi, l’Autodromo Nazionale di Monza ha subito diverse trasformazioni e miglioramenti nella sicurezza, che l’hanno portato alla configurazione attuale del tracciato, soprattutto a seguito dei molti incidenti mortali occorsi: Alberto Ascari nel 1955, Von Trips nel 1961 in cui morirono anche 14 spettatori, Rindt nel 1970, Peterson nel 1978. Nel 2000 perse la vita anche un commissario di pista, Paolo Gislimberti.

La kermesse del GP d’Italia valido per il Mondiale di Formula 1 2022 è iniziata e nel circuito brianzolo sono attesi oltre 230.000 tifosi nei tre giorni di corse.

Il programma si aprirà venerdì 9 settembre alle ore 14.00 con la prima sessione di prove libere e la seconda sessione alle 17,00. Si tornerà in pista sabato 10 per la terza sessione di prove libere alle 13,00 e per le qualifiche alle 16,00, che stabiliranno la griglia di partenza. La gara domenica 11 con inizio alle ore 15,00. (diretta SKY)

Ma a contorno della gara vera e propria, sono molti gli appuntamenti celebrativi per il centenario del circuito. Soddisfazione del Presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani: “È straordinario l’orgoglio con cui ci apprestiamo a festeggiare i primi 100 anni dell’Autodromo di Monza. 100 anni da protagonista del Motorsport mondiale e simbolo dell’automobilismo italiano, della sua capacità e della sua competitività. Il circuito di Monza non è solo un tracciato di asfalto, è la vita, la storia, l’epopea di tantissimi uomini e donne che sfidandosi su di esso, come piloti, costruttori, progettisti, tecnici, meccanici, hanno alimentato la nostra passione e contribuito al progresso tecnologico delle nostre automobili. Con queste celebrazioni rendiamo omaggio a tutto questo e lanciamo l’Autodromo di Monza verso i prossimi altrettanto straordinari 100 anni”.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info