Locanda Centimetro Zero e biscottificio Frolla: gemellaggio solidale

Serata di stelle per festeggiare il nuovo percorso comune tutto marchigiano di due tra le più importanti realtà sociali della regione. Protagonisti dell’evento anche lo chef Federico Palestini, il winemaker Roberto Cipresso e Ama Terra.

Parte da Castelfidardo e approda a Spinetoli il nuovo progetto tutto marchigiano all’insegna della solidarietà che vede protagoniste due tra le più importanti realtà sociali della regione: la Locanda Centimetro Zero e il biscottificio Frolla, cooperative che impiegano giovani con disabilità intellettive e che negli ultimi anni si sono ritagliate uno spazio importante nella ristorazione (la prima) e nella produzione di dolciumi (la seconda), sia a livello locale che nazionale.

Impegnate entrambe nella complessa ripartenza dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria, Frolla e Centimetro Zero hanno deciso di unire gli sforzi e avviare un percorso comune che mira a dare nuova linfa e maggiore impulso ai due progetti.

“Eravamo da tempo a conoscenza di questa realtà nel piceno – racconta Jacopo Corona, tra i responsabili del biscottificio – e queste settimane di ripartenza sono state l’occasione per conoscerci e dare il via al gemellaggio. I nostri progetti hanno molti punti in comune: primo tra tutti dare una possibilità di impiego e formazione professionale a giovani disabili che, attraverso l’esperienza acquisita, possono ambire a una maggiore autonomia e gestione del proprio futuro”.
Al primo incontro tra i ragazzi di Frolla e quelli di Centimetro Zero ha fatto da cornice una serata ‘stellata’ che ha visto protagonisti anche lo chef Federico Palestini, il wine maker Roberto Cipresso e Ama Terra. L’appuntamento è stato anche l’occasione per presentare il vino realizzato da Cipresso insieme ai ragazzi della Locanda e ai vigneti di Ama Aquilone. Mentre il dolce era naturalmente targato ‘Frolla’.
La Locanda Centimetro Zero (http://www.locandacentimetrozero.it/) è un ristorante sociale della media vallata del Tronto realizzato insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e che da 4 anni impiega con borse lavoro giovani disabili impegnati nelle diverse mansioni: dalla sala alla cucina, all’orto nel quale si producono le materie prime dei piatti proposti nel menù, che è sempre stagionale. “Crediamo sia importante fare rete – spiega Emidio Mandozzi, responsabile del ristorante sociale – soprattutto in questo momento in cui tutti stanno affrontando una crisi epocale”.

Il microbiscottificio artigianale Frolla (https://frollalab.it/) nasce nel 2018 a Castelfidardo da un’idea di un aspirante chef, Jacopo Corona, e di un operatore sociale, Gianluca Di Lorenzo. “I ragazzi disabili hanno capacità e abilità importanti – spiega Di Lorenzo – che hanno solo bisogno di avere l’occasione giusta per emergere. Il nostro progetto per i nostri giovani rappresenta quell’occasione”.

Partite con grande slancio e tanto impegno, le due attività si sono presto affermate a livello regionale richiamando anche l’attenzione dei media nazionali e registrando numeri in crescita esponenziale. “Ora, come per tutti, è arrivato il momento di ripartire dopo l’emergenza Covid – racconta Roberta D’Emidio, responsabile del progetto sociale Locanda Centimetro Zero citato anche dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel discorso di fine anno – e lo stiamo facendo con tutta l’energia possibile per continuare a garantire ai nostri ragazzi la formazione e il lavoro creato in questi anni. Ma c’è bisogno di una marcia in più e dell’aiuto di tutti per affrontare una salita tanto ripida. Il nuovo percorso avviato con gli amici di Frolla costituisce senz’altro un momento importante di questa ripartenza”.
(red)

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: