di Alberto Premici – Il 10 febbraio si celebra in tutt’Italia il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, istituito con la legge n. 92 del 30 marzo 2004.

Con massacri delle foibe si intendono gli eccidi perpetrati per motivi etnici e politici ai danni della popolazione italiana di Istria, Venezia Giulia e Dalmazia, durante ed immediatamente dopo la seconda guerra mondiale, per lo più compiuti dall’Esercito popolare di liberazione iugoslavo.

Negli eccidi furono coinvolti prevalentemente cittadini di etnia italiana e, in misura minore e con diverse motivazioni, anche cittadini italiani di etnia slovena e croata.

“Le foibe sono state una cosa terribile, una forma di pulizia etnica. Ci tocca particolarmente perché riguardava italiani in quanto italiani. Un fatto occultato per motivi politici, ma era una questione etnica pura. Le vittime non c’entravano nulla, non erano oppositori”, ha dichiarato Giordano Bruno Guerri.

Nel Piceno sono state organizzate diverse manifestazioni come ad Ascoli Piceno. Alle ore 10, presso Largo “Martiri delle Foibe” nel quartiere Monticelli, sarà deposta una corona d’alloro in memoria delle vittime. Interverranno il sindaco Marco Fioravanti e le autorità civili, militari e religiose. Alle ore 10.30, a Palazzo Arengo, il primo cittadino donerà agli studenti ascolani dei libri editi da Ferrogallico: “Foiba Rossa. Norma Cossetto. Storia di un’italiana” e “Nino Benvenuti. Il mio esodo dall’Istria”. Interverranno, insieme al sindaco, i Dirigenti degli Istituti scolastici cittadini.

San Benedetto del Tronto celebrerà il Giorno del Ricordo, con una conferenza per la presentazione del libro “La storia sconosciuta” di Giovanni Battista Albano.

L’incontro, che vedrà la partecipazione di una rappresentanza degli studenti degli istituti superiori cittadini, si terrà in videoconferenza e sarà visibile sulle piattaforme social del Comune (YouTube e Facebook) a partire dalle ore 10.

In apertura, sono previsti gli interventi istituzionali del sindaco Pasqualino Piunti e dell’on. Lucia Albano, figlia dell’autore.

Successivamente, nel giardino antistante la sede del municipio in viale De Gasperi, alle ore 12, si terrà una cerimonia con lo scoprimento di una targa in memoria di tutte le vittime delle foibe e degli esuli sopravvissuti.

Venerdì 12 febbraio, alle 18, sempre in videoconferenza visibile dalla pagina Facebook del Comune di San Benedetto, si terrà il convegno promosso dall’assessorato alle Pari opportunità, Integrazione e Pace dal titolo “Foibe ed esodo: ricordare e capire per non reiterare”.

Interverranno l’on. Lucia Albano – profuga giuliana di seconda generazione, Lorenzo Salimbeni – ricercatore storico, giornalista pubblicista, Gian Luigi Pepa –  studioso storico, presidente dell’associazione culturale “Nell’Arte”.

Oggi in Consiglio Regionale delle Marche, il Giorno del Ricordo sarà celebrato con interventi di rappresentanti dell’Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia (Anvgd), letture ed esibizioni musicali.

Altre decine di manifestazioni sono programmate in tutto il territorio regionale e nazionale.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: