Oggi a Force si inaugureranno due splendide mostre celebrative i 150 anni dalla nascita dell’architetto Ernesto Verrucci Bey.

La mostra dedicata a Verrucci e quella egizia saranno aperte al pubblico in piazza Francesco Egidi e a Palazzo Canestrari. Un evento imperdibile per gli amanti dell’arte e della storia.

La mostra è curata da Giuseppe Bonaccorso e Anna Rita Emili e ci saranno interventi di Amedeo Lupi, Flavia Orsati, Marco Corradi, Massimo Sargolini, Giuseppe Bonaccorso e Anna Rita Emili.

Sarà possibile ammirare reperti  delle dinastie dall’Antico al Nuovo Regno, del Rinascimento egizio, di Alessandro Magno, delle epoche tolemaica, romana e bizantina, fino all’arrivo del Cristianesimo in Egitto, con un focus rilevante sui tesori del Nuovo Regno e, ovviamente sul corredo di Tutankhamon.

Sarà presente Zahi Hawass, Segretario generale del Consiglio supremo delle antichità egizie, noto anche per le sue numerose apparizioni divulgative in documentari sull’antica civiltà egizia, in particolare in Italia con Piero e Alberto Angela e con Roberto Giacobbo. Tramite analisi del DNA di alcune mummie egizie, ha ricostruito la genealogia di Tutankhamon e analizzando il corpo ha avvalorato l’ipotesi della morte accidentale del sovrano. Hawass ha inoltre identificato la mummia della regina Hatshepsut.

Emigrato in Egitto a soli 23 anni, Ernesto Verrucci ha rapidamente ricoperto incarichi di grande prestigio, diventando un diplomatico di fiducia e ottenendo il titolo di Bey di prima classe. Verrucci è stato una figura di spicco nel rinnovamento delle istituzioni egiziane, contribuendo significativamente alla rinascita architettonica delle città del Cairo e di Alessandria, nonché all’evoluzione dei costumi, dell’economia e della cultura egiziana.

La mostra “Ernesto Verrucci: un architetto eclettico tra Italia ed Egitto”, viene sviluppata in 9 sale nel Palazzo Canestrari di Force, ed esporrà per la prima volta i documenti e le fotografie più significative recuperate dagli archivi internazionali e dal ricco archivio fotografico e documentale lasciato da Verrucci alla biblioteca “G. Gabrielli” di Ascoli Piceno. Sarà un percorso affascinante che ripercorre la vita e le opere di questo straordinario architetto, permettendo ai visitatori di immergersi nella sua carriera e nei suoi contributi sia in Italia che in Egitto.

La mostra dedicata ad Ernesto Verrucci è ad ingresso libero e gratuito.
Info su https://bit.ly/mostraernestoverruccibey

© Copyright - OFFIDA.info
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.