Botti fine anno, le raccomandazioni della Polizia

“Per le Feste di Natale non facciamoci del male”, è la campagna di prevenzione promossa dalla Questura di Ascoli Piceno sull’uso dei botti di fine d’anno.

L’iniziativa in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Ascoli Piceno, ha preso il via agli inizi di dicembre e terminata il 20 dicembre ed è stata rivolta agli studenti delle scuole elementari, medie e delle superiori, per cercare di richiamare l’attenzione sui rischi e sulle conseguenze dell’uso indiscriminato di botti per cui non è autorizzata la vendita o la cui commercializzazione è soggetta a regole e limiti particolari.

Sono stati coinvolti 9 tra  Istituti Scolastici Comprensivi e Scuole Superiori della provincia con una popolazione scolastica pari a 950 studenti.

In tale ottica sono state organizzate una serie di conferenze-dimostrative negli istituti delle scuole elementari,  medie e superiori delle province in cui si sono state illustrate le principali accortezze da tenere sempre presenti, sia nell’acquisto che nell’uso dei prodotti pirici.

Si ribadiscono di seguito  alcuni consigli utili: 

  • Non usare fuochi d’artificio privi di etichetta che indichi la fabbricazione e il tipo: E’ VIETATO
  • Riparati in un posto sicuro quando qualcuno usa fuochi d’artificio
  • Se un fuoco d’artificio non si accende subito non ritentare. BUTTALO VIA
  • Non raccogliere i fuochi non esplosi che trovi per la strada, SONO PERICOLOSISSIMI
  • Usa i fuochi d’artificio consentiti all’aperto, lontano dalle persone e da materiale infiammabile
  • L’uso improprio dei fuochi d’artificio, di qualunque tipo, può comportare gravi conseguenze: PUOI USTIONARTI, PUOI PERDERE L’USO DELLE DITA, DELLE MANI, DELLA VISTA ED ANDARE INCONTRO ANCHE A LESIONI PIU’ GRAVI

E’ COMUNQUE VIETATA LA VENDITA E L’USO DI QUALSIASI GIOCATTOLO PIRICO AI MINORI DI ANNI 18.

Print Friendly, PDF & Email
© Copyright - OFFIDA.info
Condividi: