Vai a…
Offida infosu Google+Offida info on TumblrRSS Feed

Viabilità sotto accusa, il Circolo attacca il sindaco D’Angelo


“La pessima condizione della viabilità locale”, più volte denunciata, è, per l’Associazione politico-culturale – Gruppo consiliare “Il Circolo”, motivo di protesta sulla risposta data dal sindaco di Offida al Prefetto di Ascoli Piceno. Con una lettera a firma del segretario del “Circolo” Umberto Svizzeri inviata al Prefetto, si lamenta, tra le altre cose, che “le spiegazioni date (dal sindaco) siano un lungo elenco di fatti non rispondenti alla realtà e a dir poco inaccettabile e a spregio delle elementari norme della democrazia”. Svizzeri passa poi al resoconto dei fatti. “Nei primi due capoversi della lettera inviata dal Sindaco – si legge nella nota – lo stesso precisa che l’art. 84 del C.S. prevede segnali di pericolo da installare nei luoghi sensibili, nella fattispecie nel plesso scolastico di Via della Repubblica e della Bambinopoli, all’inizio della stessa. Non credo che il tutto possa essere risolto con l’apposizione del limite dei 50 Km/h quando poi la manutenzione della segnaletica orizzontale è ormai scomparsa da anni mentre quella verticale è inesistente. Al terzo capoverso – precisa Svizzeri – si dichiara che la manutenzione è di competenza della Provincia, e che in prossimità della parte di strada di Via Repubblica, S.P. 43 Mezzina, è stato posizionato dalla provincia un guard rail per proteggere il lato scolastico prospiciente la strada. E’ da puntualizzare che il posizionamento del guard rail è stato effettuato dalla provincia dietro ns. segnalazione dopo che si era verificato un grave incidente provocato da un’auto uscita di strada e precipitata nella sottostante scarpata adibita a zona ricreazione dei bambini. A onor del vero in quella occasione provvedemmo ad inviare la stessa segnalazione alla Provincia, la quale ci rispose con cortese sollecitudine, evidenziando che nei tratti di strada provinciale insiti all’interno del centro Comunale, la manutenzione è di stretta competenza del Comune e che il posizionamento del guard rail sarebbe stato effettuato dalla stessa provincia e che la stessa avrebbe avanzato poi una rivalsa nei confronti del Comune. Che dire poi quando il Comune asserisce che la segnaletica orizzontale viene annualmente manutentata e ‘che nulla ha a che vedere con la presunta fatiscenza di cui alla petizione?’. Non abbiamo nulla da dire in quanto i fatti parlano da soli”. E a dimostrazione, “Il Circolo” presenta una serie di foto in cui “si evince in modo inequivocabile l’assenza di segnalazioni verticali di pericolo e la totale trascuratezza e ‘fatiscenza’ in cui versano le segnalazioni orizzontali”. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore: Nicola Savini)

Condividi:

Tags: ,