Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

Tesino: via libera alla sistemazione idraulica degli argini


La Giunta provinciale, nell’ultima seduta, ha approvato il progetto esecutivo – definitivo per la sistemazione idraulica del Tesino. Si tratta di un intervento complesso, del consistente importo di 200 mila euro, finanziato con una parte dei fondi CIPE assegnati alla Regione Marche per il triennio 2005-2008 e destinati alla realizzazione di opere di difesa del suolo. L’obiettivo dell’intervento, che riguarda un ampio tratto che attraversa i territori dei comuni di Montalto Marche, Castignano, Cossignano e Offida, è quello di ripristinare la sezione di deflusso del torrente ricostituendo gli argini. Il ripristino delle arginature verrà condotto in modo tale da riportare l’argine sinistro alla stessa quota di quello destro, allargando nel contempo l’area di deflusso. L’altra significativa modalità della bonifica, diretta a pervenire le conseguenze di eventi meteorici eccezionali, consisterà nella messa in opera di 4 “pennelli” antierosione posti a 50 metri l’uno dall’altro: in sostanza verranno posizionate strutture flessibili (lunghe 13 metri, larghe 7 e profonde 4) formate da pietrame “ingabbiato” in reticoli di metallo in grado di esercitare un’efficace azione meccanica di tenuta in caso di esondazione.

“Il progetto nasce dall’esigenza di salvaguardare il letto del torrente dagli evidenti fenomeni di erosione provocati da numerosi eventi atmosferici che nel tempo hanno compromesso le arginature esistenti e che ci sono stati segnalati sia dal comune di Cossignano sia da molti coltivatori diretti di Castignano – ha spiegato l’assessore al Genio Civile Luigino Baiocco – le opere, che saranno realizzate lungo la vallata del Tesino e preserveranno da danni irreparabili le numerose attività artigianali ed agricole presenti nel comprensorio, fanno parte di un progetto più ampio che prevede una riqualificazione delle aste fluviali del territorio anche attraverso interventi ambientali e di promozione turistica. (Fonte: Il Quotidiano)

Condividi:

Tags: