Vai a…
Offida infosu Google+Offida info on TumblrRSS Feed

Strade dissestate, scatta l’allarme


clip_image002[6]Ancora problemi legati alla situazione delle strade. Questa volta, è il presidente del Consiglio di quartiere Borgo Cappuccini, Simone Corradetti, ad intervenire e segnalare la pericolosità di alcune strade che, per la loro importanza, dovrebbero avere tutt’altro aspetto. “Per l’ennesima volta – dichiara Corradetti – segnalo lo stato di degrado di via Antonio Gramsci il cui manto stradale è dissestato e i tombini in evidente stato di dislivello. Non parliamo, poi, di altre vie, come viale Berlinguer o viale IV Novembre dove buche, dossi e crepe costituiscono grossi rischi per i semiassi delle autovetture e veri pericoli per tutti gli utenti della strada”. Ma alla ribalta torna anche l’annoso problema della percorribilità della strada provinciale Mezzina che collega Offida con Castel di Lama e, quindi, con Ascoli Piceno. “A parte la rovinosa condizione – dice il presidente di quartiere – ad ogni pioggia, la strada si trasforma in un pericoloso pantano melmoso, diventando pressoché impraticabile. Di questa strada si continua incessantemente a parlare, ma è ancora lontana la soluzione definitiva. Invece di progetti faraonici, non sarebbe meglio, nel frattempo, dare un’aggiustata a ciò che già esiste?”. E dalle strade, il discorso si sposta al cimitero di Offida. “Sulla condizione del nostro camposanto c’è molto da dire – esordisce Corradetti. E’ indecoroso che un luogo sacro, artisticamente bello, presenti, in diversi punti, un forte stato di degrado. In diversi loculi sono ben visibili le lapidi che sono sul punto di staccarsi. Le mura perimetrali che gravano sulla strada provinciale presentano evidenti incrinature con pericolo di crollo. Sempre più preoccupante è l’instabilità idrogeologica e le infiltrazioni di acqua piovana si notano un po’ ovunque, specie nel reparto loculi sottostante la nuova zona delle tombe familiari. In un momento di crisi economica come questo, comprendiamo le difficoltà del Comune, ma programmando meglio le spese, dando loro un ordine di priorità, molte cose potrebbero risolversi. La situazione delle strade e del cimitero – spiega Corradetti – è stata affrontata anche nella assemblea del quartiere Borgo Cappuccini a cui hanno partecipato il sindaco Lucio D’Angelo”. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore. Nicola Savini)

Condividi:

Tags: ,