Recchi: “I pannelli solari installati dal Comune hanno fatto flop”

A causa dei lavori di ristrutturazione dell’edificio scolastico di via Ciabattoni (plesso centrale), gli alunni devono frequentare le lezioni presso gli stabili del convento dei frati Cappuccini e della parrocchia Collegiata. Questo, però, non va giù ai socialisti offidani. “Non sarebbe stato meglio – dice il segretario della sezione socialista, Dino imageRecchi – se l’Amministrazione comunale, invece di utilizzare 400.000 euro per il Consorzio Universitario Piceno, avesse impiegato queste risorse per realizzare l’ampliamento, previsto da tempo, dell’Istituto scolastico in viale della Repubblica? Oggi, questi problemi si sarebbero evitati. Perché il Comune dirotta queste risorse al Cup invece di usarle per Offida? Quali vantaggi ha portato fino ad oggi, per il nostro paese, l’adesione al Cup?”. Recchi punta il dito anche su altri aspetti. Sul fotovoltaico, per esempio, dove l’azienda Energie Offida ha fatto grossi investimenti con l’impianto di pannelli solari in zona Rovecciano per la produzione di energia elettrica, ma “pare che la localizzazione dell’impianto – fa notare Recchi – per quanto riguarda l’esposizione, non sia la migliore e per di più alcuni pannelli solari sono fermi e non ‘inseguono’ il sole come dovrebbero” e, infine, chiede “l’impianto funziona?, e se si, quanta energia produce?”. E anche per l’acquisto della ex Fornace da parte della Energie Offida, Recchi interviene con alcuni interrogativi. “Perché il Comune di Offida l’ha acquistata se commercialmente l’immobile è poco appetibile? A quanto ammonta il mutuo stipulato da questa società? Che garanzie ha dato il Comune alla Banche, considerato che è l’unico proprietario della società Energie Offida?”. Citando, poi, una delibera della Giunta comunale, l’esponente socialista fa sapere che “per chiudere l’esercizio finanziario anno 2007, l’Amministrazione ha preso un anticipo dei soldi che servivano per il bilancio 2008. A Giugno, inoltre, per riparare un pulmino con una spesa di 6.000 Euro, è stato utilizzato il fondo di riserva che, di norma, va usato solo da Novembre in poi”. (Fonte: www.corriereadriatico.it – Autore: Nicola Savini)

Copyright © 2018 Offida.info, riproduzione riservata.