Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

Le Marche da Bere: Offida, 29 novembre 2009


 Le Marche da Bere: Offida, 29 novembre 2009

Domenica 29 novembre a Offida (AP), all’interno del teatro Serpente Aureo dalle ore 17, saranno resi noti e premiati i 54 vini top marchigiani ‘Eccellenze del territorio’, laureati campioni da ‘Le Marche da Bere 2010’ guida ufficiale dell’Ais Marche (PrimaPagina Editore), giunta quest’anno alla seconda edizione.

Le Marche da Bere 2010, guida ufficiale dell’Associazione Italiana Ais Marche, laurea 54 vini top, premiati come ‘eccellenze del territorio’. Di questi, 7 riceveranno la doppia menzione di ‘eccellenza’ e di ‘miglior rapporto qualità prezzo’. Completano la rosa dei premiati 17 vini campioni di convenienza.

Le premiazioni domenica 29 novembre al teatro Serpente Aureo di Offida (AP), alla presenza del vice-presidente della Regione Marche Paolo Petrini, dello stato maggiore dell’Ais, di rappresentanti di province e camere di commercio marchigiane, partner nel progetto editoriale di valorizzazione del vino regionale.

Domenica 29 novembre a Offida (AP), sede di una delle enoteche regionali, sarà la festa più grande per il vino marchigiano. Un vino che negli ultimi anni ha mietuto successi in Italia e all’estero e negli ultimi mesi ha guadagnato 3 nuove Docg ancora in attesa di essere pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale (Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva, Verdicchio dei Castelli di Iesi Classico Riserva, Verdicchio di Matelica Riserva) che insieme al Conero Riserva e alla Vernaccia di Serrapetrona portano a 5 le massime denominazioni di qualità del vino regionale.

L’appuntamento è nella suggestiva cornice del teatro Serpente Aureo di Offida dove saranno resi noti e premiati i 54 vini top marchigiani ‘Eccellenze del territorio’, laureati campioni da ‘Le Marche da Bere 2010’ guida ufficiale dell’Ais Marche (PrimaPagina Editore), giunta quest’anno alla seconda edizione.

Sette fra i vini premiati con l’Eccellenza hanno inoltre guadagnano la doppia menzione aggiungendo al massimo riconoscimento di qualità quello di ‘Miglior rapporto qualità prezzo’.

Completano la rosa dei vincitori 17 vini campioni di convenienza. Vini cioè che pur avendo un ‘piccolo’ prezzo, mantengono altissima la qualità e in momenti di crisi come questi, sorridono al mercato vincendo in convenienza.

Le Eccellenze

Le 54 eccellenze marchigiane fanno riferimento a 46 cantine del territorio così spalmate: 30 eccellenze nella provincia di Ancona, 9 eccellenze nelle province di Ascoli Piceno e Fermo, 4 eccellenze per Pesaro-Urbino e 11 per Macerata.

A premiare i campioni marchigiani, che saranno resi noti durante la cerimonia ufficiale nel teatro di Offida a partire dalle 17 di domenica 29 novembre, ci saranno tutti i partner che hanno tenuto a battesimo la guida: il vice-presidente della regione Marche Paolo Petrini, il presidente Ais Marche Otello Renzi, i rappresentati delle province e delle camere di commercio marchigiane e i presidenti delle due enoteche regionali di Offida e Jesi. Insieme a loro il giornalista Maurizio Magni direttore di Prima Pagina, da 6 anni direttore ed editore delle fortunata serie delle guide regionali Ais di alcune regioni italiane.

Degustate alla cieca insieme a tutti gli altri vini presentati in guida, le eccellenze hanno raggiunto la votazione di almeno 85 centesimi, tetto stabilito dall’Ais territoriale per entrare nell’élite dei grandi vini marchigiani.

Le degustazioni sono state effettuate dalle commissioni di Sommelier Degustatori di Ais Marche seguendo la metodologia e la scheda di degustazione adottata dall’Associazione Italiana Sommeliers, che prevede una valutazione in centesimi. Al punteggio ottenuto da ogni vino corrisponde un diverso numero di acini colorati all’interno del simbolo del grappolo. Il Picchio (simbolo della Regione) che compare a fianco dei vini che hanno ottenuto il massimo del punteggio indica le Eccellenze del territorio, cioè i vini top delle Marche.

‘Le Marche da Bere’, seconda edizione completamente rinnovata nei contenuti e nei vini proposti diventa così il potente veicolo promozionale per accompagnare l’enologia regionale nella sua scalata verso l’olimpo del vino italiano.

E’ questo il significato attribuito alla guida Ais che ha trovato sostegno ed appoggio da tutte le istituzioni del territorio, Regione Marche in testa, a sottolineare l’intento comune di promuovere il vino e i prodotti tipici della gastronomia marchigiana.

Con oltre 400 pagine in doppia lingua ricche di informazioni e cartine, 171 cantine del territorio mappate, oltre 300 vini descritti e fotografati, quasi 1.000 etichette segnalate, Le Marche da Bere, guida ufficiale di Ais Marche realizzata da PrimaPagina Editore, si candida a diventare il punto di riferimento per quanti vogliono conoscere e degustare il vino marchigiano.

Una guida insomma che si propone come strumento di divulgazione per far conoscere l’eccellenza dei vini marchigiani, un insostituibile biglietto da visita per una regione come le Marche che vuole investire sempre di più sul prodotto vino.

Distribuzione

Realizzata in partnership con l’Associazione Sommelier Ais Marche, la Regione Marche e gli enti territoriali (Province e Camere di Commercio), l’edizione 2010 della guida Le Marche da Bere sarà in vendita in vendita a partire da dicembre nelle librerie marchigiane ed emiliano-romagnole al costo di € 9,90 e sarà acquistabile on line sul sito www.marchedeivini.it. (Fonte: www.viniesapori.net)

Condividi:

Tags: ,