Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

La musica si diffonde sul territorio


Quaranta appuntamenti in musica, dall’11 settembre al 6 ottobre, scegliendo canonici e bellissimi angoli storico-artistici delle Cento Torri ma impossessandosi pure di luoghi impervi, inusuali, dove le sette note forse non sono mai arrivate prima. Si presenta ricco di date e pieno di situazioni affascinanti il programma 2008 dell’Ascoli Piceno Festival, la rassegna creata da Michael Flaksman e seguita dal presidente Gaetano Rinaldi. Due le tranche artistiche: la prima è intitolata Settembre in Musica e intende rivivere il repertorio di autori leggendari del passato attraverso le esecuzioni di musicisti internazionali in scenari cittadini quali la Pinacoteca, il Caffe’Meletti, l’Auditorium Carisap, la Cattedrale e il teatro Ventidio Basso. La seconda, prevista dal 15 settembre, si intitola Percorsi Piceni e punta ad allestire esecuzioni di musica da camera in posti dell’Ascolano decisamente insoliti ma importanti per il territorio, sia a livello geografico che sociale. Ecco dunque raggiungere chiese come San Francesco ad Arquata, Sant’Ilario ad Ascoli, San Pietro Apostolo a Castignano, San Rocco di Acquaviva, S.s. Vincenzo e Anastasio ad Ascoli, San Salvatore a Cerreto di Venarotta. Il ciclo prevede escursioni presso la Galleria Insieme di Ascoli, la piazzetta Belvedere di Spinetoli, Villa Mastrangelo di Colli, Villa Seghetti Panichi di Castel di Lama,Villa di Re a Mozzano, l’Agriturismo il Chierico di Offida, la Cantina Pantaleone a Colonnata ma anche due case alloggio, Villa Marta di Ascoli e il Centro Primavera di San Benedetto, allo scopo di unire cultura e solidarietà. In particolare, sono due i luoghi inediti dove si esibiranno gli artisti del Festival: la mattina del 14 settembre è prevista un’esibizione alle Cave Giuliani di Colle San Marco, mentre il 21 settembre alle ore 11 e 30 il sassofono di David Brutti entrerà nel cimitero dei partigiani di Acquasanta. La 12esima edizione dell’iniziativa culturale toccherà anche quattro date fuori dall’ambito piceno, come una sorta di assaggio di ciò che avverrà il prossimo anno, quando la metà delle performances saranno accolte in locations situate nel resto d’Italia. Il 13 settembre, nella chiesa di San Pietro di Civitanova Marche verrà eseguito il repertorio di Hindemith e Brahms, mentre il 22 la tappa toccherà la chiesa di San Francesco ad Arcevia, dove si ascolteranno le note tratte da Ravel, Kodàly, Poulenc, Ysaye e Schnittke. Il 23 settembre il Festival approderà a Martinsicuro, alla Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, con musiche di Liszt, Telemann, Bach e Gervaise, per poi concludere la sua trasferta fuori confine il primo ottobre alla Sala Convegni della Basilica di San Michele a Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia, sede di un recital con brani tratti dal repertorio di Johannes Brahms. Quest’anno al Festival saranno impegnati ben 40 artisti provenienti da ogni parte del mondo e un momento importante sarà l’assegnazione di un particolare riconoscimento alla cantante Helene Joseph Weill ha anticipato l’art director Michael Flaksman durante l’incontro di presentazione della manifestazione, avvenuto ieri alla sala Massy, riferendosi al premio Una Vita per la Musica 2008, che verrà conferito al mezzo soprano nel corso della serata del prossimo 26 settembre in Pinacoteca. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore: Filippo Ferretti)

Condividi:

Tags: ,