Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

Il GAd’A omaggia De Filippo con “Natale in Casa Cupiello”


OFFIDA – Il 13 e 14 dicembre, e replica il 24 gennaio 2015, con inizio alle ore 21,00, presso il Teatro Serpente Aureo, il Gruppo Amici dell’Arte di Offida, presenterà “NATALE IN CASA CUPIELLO”, celebre commedia tragicomica in tre atti scritta da Eduardo De Filippo nel 1931. Sul palco Piero Petrocchi, Mara Ottavi, Mauro Moretti, Marica Cataldi, Maurizio Franchi, Remo Gabrielli, Giuseppe Nespeca, Giuseppe Maria Ciabattoni, Giuliano Ciotti, Donatella Mercolini, Margherita Giudici, Roberto Capriotti, Mauro Filippoli, Francesca Balzo, Elisa Dolores Petrocchi, Alba Massacci, Adele Costantini. Scene di Fabio Marinucci, Macchinista Giusppe Aurini, Tecnico Video Fabio Marinucci, Tecnici Luci/Suono Pasquale Premici e Mauro Filippoli, Grafico Giuseppe Nespeca.

La storia dell’Associazione culturale G.A.d’A. (Gruppo Amici dell’Arte) ha inizio nel 1977, come tante cose iniziate quasi per gioco che poi si trasformano in impegno serio e svolto con passione. La prima rappresentazione risale al gennaio del 1978 presso il Teatro Serpente Aureo con la commedia “Non ti pago” di Eduardo De Filippo. Da allora la compagnia ha svolto un’intensa attività mettendo in scena numerose altre opere teatrali: “Non ti pago”, “Uomo e Galantuomo”, “De Pretore Vincenzo” e “Ditegli sempre di si” di Eduardo; “Acqua Cheta” di Augusto Novelli; “L’uomo la bestia e la virtù” e “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello; “Georges Dandin” di Molière. Nel 2004, dopo dodici anni di inattività a causa dei lavori di restauro del teatro Serpente Aureo, alcuni promotori del G.A.d’A. hanno deciso di riprendere l’avventura, coinvolgendo anche altri appassionati. Nel mese di giugno, in omaggio all’indimenticabile artigiano-artista “il Ciaffo”, il gruppo ha riportato sulle scene “Non ti pago”. Da allora, seguendo sempre il filone della commedia napoletana, la compagnia si è esibita, oltre che in Offida, in numerosi teatri nazionali (nelle Marche, a Roma, a Bolzano…) ed internazionali (a Cambridge in Inghilterra), riscuotendo sempre un notevole consenso di pubblico e ricevendo anche riconoscimenti dalla critica (Piero Petrocchi Premio Speciale della Giuria al VI Festival Nazionale “Il Mascherone” di Bolzano). Con “Uomo e galantuomo” di Eduardo, inoltre, il G.A.d’A. è sbarcato all’estero, ospite al Cripps Auditorium del St. Magdalene College di Cambridge il 1° dicembre 2006. Il Gruppo Amici dell’Arte ha poi allestito “Miseria e…. nobiltà” di Eduardo Scarpetta nel 2007, “Questi fantasmi” di Eduardo De Filippo nel 2008 e “Non è vero… ma ci credo” di Peppino De Filippo nel 2010. L’allestimento scenico attuale del G.A.d’A. è “A morte ‘e Carnevale”, testo composto nel 1928 da Raffaele Viviani nel pieno della propria maturità artistica dove descrive la povertà della sua Napoli con quartieri popolari pieni di “bassi” (“vasci napoletani”) con famiglie numerose senza lavoro che vivevano di espedienti e la quotidianeità è espressa da figure come quella di Carnevale, uno che presta soldi alla povera gente rovinandola. Ancora una volta un testo attualissimo che non riguarda la sola Napoli, dove si vive un balletto di emozioni, sentimenti, meschinità e tristezza.

Info e prenotazioni: Monja Malavolta – 0736 888616

Approfondimenti: Natale in Casa Cupiello  Gruppo Amici dell’Arte

(ap)

 

Condividi:

Tags: