Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

I 50 anni dell’Avis offidana


image L’attivissima sezione Avis di Offida ha raggiunto il traguardo del mezzo secolo dalla sua fondazione, avvenuta nel lontano 29 giugno 1960. L’anniversario sarà un momento importante per tutti gli “avisini”: molte le iniziative organizzate per celebrare l’evento, come quella di intitolare uno spazio pubblico al Donatore Avis. Sabato 19 Giugno poi, alle ore 21,00 presso il Teatro Serpente Aureo, rappresentazione teatrale dal titolo “Mi Sposo Losposo” portata in scena dalla compagnia dei “DonAttori”, attori donatori di sangue. Domenica 20 Giugno sarà la giornata ufficiale del 50°, con la benedizione del nuovo labaro associativo, la S. Messa ed un concerto del Corpo Bandistico “Città di Offida” con il coro Santuario Beato Bernardo. La giornata sarà conclusa dalla consegna di riconoscimenti alle persone che, in questi anni, si sono rese meritevoli in ambito associativo. L’AVIS di Offida sarà poi presente nell’importante evento sportivo offidano dei Campionati Mondiali Juniores con il X° Trofeo Avis – Trofeo del 50°, gara ciclistica nazionale per esordienti, prevista il 7 agosto 2010. Soddisfatto il presidente Giuliano Ciotti: “L’attuale Direttivo cerca con la massima dedizione di portare avanti l’attività associativa e promuovere la cultura della donazione a tutto campo, soprattutto rispondendo il più attentamente possibile alle esigenze dei donatori. E’ questo un impegno morale – continua Ciotti – che come direttivo sentiamo imprescindibile e, con la buona volontà nostra e dei nostri collaboratori, cerchiamo quotidianamente di mettere in pratica. E’ con questi sentimenti che nel cinquantesimo della costituzione della sezione, ci siamo sentiti in dovere di rendere merito a chi cinquanta anni fa si adoperò per la sua costituzione. Siamo fiduciosi che – conclude il presidente Avis di Offida – considerato l’alto numero di giovani donatori della sezione, in futuro non mancheranno persone capaci di proseguire l’attività associativa in armonia, al passo con i tempi e rispettosi di chi li ha preceduti”. (Alberto Premici)

Condividi:

Tags: