Vai a…
Offida infosu Google+Offida info on TumblrRSS Feed

Cresce il numero dei donatori e l’Avis fa festa per premiarli


OFFIDA – Sarà una giornata tutta particolare quella di domenica 30 Novembre per “l’Associazione Volontari Italiani Sangue” di Offida. Tutti i donatori, soci e amici dell’Avis comunale ”Cesare Gabrielli” sono chiamati a raccolta per l’incontro annuale “Giornata del socio Avis”. Il programma prevede alle ore 10 Santa Messa nella chiesa di S. Agostino; ore 11 assemblea presso la sala Consiliare del Comune per il saluto agli intervenuti e brevi interventi sulla donazione del sangue . Nel corso della cerimonia verranno consegnate le benemerenze ai donatori che hanno raggiunto, nel corso dell’anno, le soglie di donazioni previste dallo Statuto Nazionale. Alle ore 13, pranzo sociale presso il Ristorante “Caroline” di Offida. “E’ un appuntamento fondamentale – dice il presidente di sezione Giuliano Ciotti. Al di là del momento conviviale, ci troviamo in famiglia per parlare di noi, per raccontarci e capire dove stiamo andando”. Tanta strada, infatti, è stata fatta da quel 29 giugno 1960, giorno in cui venti benemeriti “soci fondatori”, con atto costitutivo, fondarono la sezione Avis comunale di Offida. Tra alterne vicende, grazie alla benevole opera persuasiva dei dirigenti, ai sacrifici e alla grande opera umanitaria di volontari e sostenitori, il numero dei soci è cresciuto negli anni e le donazioni aumentate sempre più, toccando nel 2000 i 104 soci e le 200 donazioni. Nel 2005 i soci donatori effettivi erano già 145, le donazioni effettuate 210 oltre ad una lista di domande in esame di idoneità di 71 aspiranti donatori. Arriviamo così al 2007 e inizio 2008. I donatori sono 223, le donazioni effettuate 464 con un indice medio di donazione per socio del 2,08 che vede l’Avis di Offida ai vertici degli indici regionali e nazionali. Osservando i numeri, dunque, si può ben parlare di una crescita veramente ammirevole per una cittadina come Offida. E tante ancora sono le iniziative volte a fare proselitismo fra la gente. “Oltre alla consueta attività di promozione nelle scuole – spiega il presidente Ciotti – siamo sempre presenti con la nostra postazione in numerose manifestazioni di piazza, alle feste, agli eventi sportivi e ai concerti che d’estate si tengono nei territori di nostra pertinenza: Offida, Castignano, Appignano del Tronto. Ovunque abbiamo, di solito, adesioni e tanta dimostrazione di affetto”. Il dono del sangue, anonimo e gratuito, è dunque una bella realtà, ma i problemi sono ancora molti. Mancano plasma, donatori e risorse economiche. Ecco perché l’attività dell’Avis va sempre ed ovunque sostenuta. Chi può, è bene che si iscriva. Darà un importante contributo sociale e una dimostrazione d’altruismo che verranno ricompensati moralmente. (Fonte: www.corriereadriatico.it)

Condividi:

Tags: