Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

Carnevale: stasera il gran finale


pic-0066.jpg  pic-0065.jpg

La Piazza alle 18.00

Il tempo non promette nulla di buono ma agli offidani questo poco importa: saranno tutti in piazza e per le vie del centro a festeggiare in maschera il gran giorno di Carnevale. Poi verso sera la tradizionale sfilata dei “vlurd” archivierà anche l’edizione 2007. Ieri sera intanto grande festa nella Sede Centrale della Congrega del Ciorpento, prossima ai 60 anni dalla fondazione; Serenissimo Gran Tropeo, membri, fiancheggiatori, cuochi, fuochisti, musici e simpatizzanti, hanno organizzato il tradizionale banchetto del lunedì durante il quale Serafino Camilli è stato insignito dell’alta onorificenza di Gran Carnevaliero per la sua militanza nel Ciorpento negli anni ’50. Dopo l’ottima cena lo chef Diego Brandimarti, ha offerto una delle sue splendide creazioni artistico-dolciarie. Risolto felicemente poi il caso del “bombardino sequestrato” di Giancarlo Premici, restituito “ufficialmente” durante la serata; l’obsoleto strumento è apparso in discrete condizioni. Scherzi e tanta allegria hanno fatto da cornice al convivio del Ciorpento, così come in Piazza del Popolo dove tutte le congreghe hanno atteso la mezzanotte per portare il loro saluto al veglione danzante nel Teatro Serpente Aureo. Congrega del Ciorpento, Setta della Ciuvetta, Gruppo Tirolesi, La Mangusta, Lu pa che l’olio, L’Allegra Nobiltà, I Mescal Eros, La Guazza, Gli Orsi, La Gabbia, e via via tutte le altre congreghe e gruppi si sono succeduti in piazza dove la festa si è protratta fino a tardi. Una gradita e simpaticissima novità per il 2007 è la fondazione della Congrega delle Rondinelle, composta da sole donne. Un pizzico di delusione invece per il mancato intrattenimento per soli uomini, previsto presso il Circolo “Aldo Sergiacomi”, annullato per causa di forza maggiore. Da domani si torna alla normalità, molti inizieranno diete, smetteranno di fumare, e faranno sport… giorni di “pentimento” e male alle ossa; tutto come sempre con il prossimo carnevale già nella mente.  (Alberto Premici)

Condividi:

Tags: