Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

Bandiera Arancione: lo SDI di Offida dichiara il suo dissenso


offida.jpg

OFFIDA – In particolare quando è stato dichiarato che “se avessimo dato incarico al Touring Club (dietro cospicua somma di danaro richiesta) di provvedere al nostro piano di miglioramento avremmo conseguito il marchio di qualità”.

di Giocondo Recchi*

In merito alla recente polemica sulla Bandiera Arancione, vogliamo manifestare la nostra disapprovazione riguardo quanto affermato dal Sindaco di Offida Lucio D’Angelo e dall’Assessore al Turismo Valerio Lucciarini. In particolare quando dichiarano che “se avessimo dato incarico al Touring Club (dietro cospicua somma di danaro richiesta) di provvedere al nostro piano di miglioramento avremmo conseguito il marchio di qualità”.
Questa affermazione, fatta da chi rappresenta i cittadini, è gravissima e pericolosa poiché rischia di far passare un messaggio sbagliato e un modo di fare politica nel quale non ci riconosciamo assolutamente e che condanniamo con fermezza. Il Sindaco e l’Assessore dichiarano poi che c’è stata “discrezionalità di giudizio in ordine alla collocazione politica delle amministrazioni”: allora perché il Touring Club ha assegnato la Bandiera Arancione al comune di Ripatransone dove c’è un’amministrazione di centrosinistra?
Se il Comune di Offida non ha superato la fase di preselezione per la terza volta, ci sarà più di un motivo: ricordiamo che i comuni che  vogliono ottenere questo riconoscimento, devono soddisfare gli standard richiesti dal Modello di Analisi (M.A.T.) del Touring Club Italiano. Dopo questa analisi si effettua la visita del territorio, che viene condotta dal Touring Club in forma anonima e ripercorre l’esperienza del turista, dalla ricerca delle informazioni alla visita della destinazione, attraverso la verifica di oltre 135 criteri di analisi, raggruppati in cinque macroaree relative agli aspetti più rilevanti del sistema di offerta di una località: Accoglienza, Ricettività e servizi, Fattori di attrazione turistica, Qualità ambientale e Valutazione qualitativa.
Quindi il processo di analisi, che ha l’obiettivo di identificare e certificare le eccellenze, è molto selettivo e non è facile ottenere tale riconoscimento, tanto che nelle Marche solo sedici comuni hanno ottenuto la Bandiera Arancione. Nella provincia di Ascoli Piceno ce ne sono due, Acquaviva Picena e Ripatransone che evidentemente hanno lavorato meglio di Offida: gli obiettivi si raggiungono con molto impegno e molta sostanza, non occorre chiedere l’intervento di qualche santo in Paradiso!
Il nostro Comune intanto, con la sua arroganza, una cosa l’ha ottenuta: una bella diffida dal Touring Club con tutte le conseguenze giudiziarie ed economiche che ci saranno.
Ci auguriamo che questa penosa vicenda sia l’occasione buona per  iniziare un confronto con tutti i partiti di maggioranza, sulla  necessità di un rinnovamento del centrosinistra offidano. 
*Segretario SDI sezione Alessandro Sigismondi – Offida

Condividi:

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.