Vai a…
Offida infosu Google+Offida info on TumblrRSS Feed

Ancora scosse nel Piceno


[map_loc_t.jpg]Forte scossa di terremoto alle 14,35 nell’ascolano. Si segnalano scosse anche in provincia dell’Aquila. La terra ha tremato sei volte nella mattinata di oggi nel . Dopo la scossa di magnitudo 4.0 delle ore 09.25, se ne sono registrate altre comprese tra 2.6 e 2.7, alle ore 09.35, 09.49, 12.26 e 12.40. La profondità è stimata tra i 15 ed i 25 km. Epicentro Sant’Angelo in Pontano, Loro , Montappone e Falerone. In alcuni comuni sono stete sospese le lezioni nelle scuole e numerose sono state le chiamate ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile per verifiche negli immobili. Al momento non si hanno notizie di danni a persone e cose. (ap)

Elenco degli eventi sismici negli ultimi 3 giorni

13 gennaio 2010 – Nella notte sono state registrate altre due scosse di terremoto la prima alle 2:11, di magnitudo 2.7 e a una profondita’ di 24 Km e la seconda alle 2:24, di magnitudo 2.5, profondita’ 22,8 Km. Zona dell’epicentro tra le province di Macerata, Fermo e Ascoli. Nessun danno segnalato a persone o cose. "I terremoti degli ultimi giorni sono tipici di questa zona — ha detto Roberto Oreficini, della Protezione Civile — a chi ci chiede informazioni, diciamo di usare le normali precauzioni".(ap)

E’ considerata a "media pericolosità sismica" ed è stata classificata come zona 2 della classificazione del territorio nazionale, l’area della provincia di Ascoli Piceno e di Macerata in cui si sta registrando un intenso sciame sismico. La regione, spiega l’Ingv, è caratterizzata da una sismicità storica "relativamente importante", con eventi che non hanno superato magnitudo 6. Il più importante evento storico dell’area è quello del 1873, localizzato a circa 10-15 km verso ovest rispetto all’epicentro odierno (frazione Pian di Pieca di San Ginesio). La sismicità strumentale registrata negli ultimi anni (2003-2008) mostra l’attivazione di alcune sequenze sismiche simili a quella che si sta registrando in questi giorni. Alle 9.25 di oggi, l’Ingv ha localizzato un terremoto del 4.0 vicino a Colmurano e Gualdo, in provincia di Macerata. Nella stessa zona, alle 14.35 si è verificata un’altra scossa di magnitudo 4.1. Questi terremoti, spiega l’Istituto di geofisica e vulcanologia, seguono alcuni eventi che si sono verificati a partire dal 7 gennaio con magnitudo tra 2.5 e 3.0 e magnitudo massima 3.9 registrata il 10 gennaio. La sismicità, sottolinea l’Ingv, avviene tra i 15 e i 25 km di profondità. I terremoti di oggi sono stati seguiti da una sequenza di aftershocks (repliche) con magnitudo massima di 2.7. La sala operativa unificata permanete (Soup) della Regione Marche e le sale operative delle Province e dei Comuni interessati stanno seguendo l’evoluzione dei fenomeni in collaborazione con i vigili del fuoco e le forze dell`ordine. (Apcom)

Condividi:

Tags: