Vai a…
Offida.infosu Google+Offida.info on TumblrRSS Feed

A Gianolio il premio di narrativa Joyce Lussu


Alfredo Gianolio, nato a Suzzara (Mantova) e attualmente residente a Reggio Emilia, con “Vite sbobinate e altre vite” è il vincitore del premio annuale di narrativa “Città di Offida – Joyce Lussu”, 4^ edizione anno 2009. Il concorso a carattere nazionale, voluto dall’assessore alla cultura del Comune di Offida Gianpietro Casagrande, è andato oltre le aspettative. Tante le opere pervenute. La commissione giudicatrice, presieduta dal professor Alfredo Luzi dell’Università di Macerata, ha selezionato le tre opere finaliste come previsto dal regolamento.
A sua volta, una giuria popolare, composta da 50 cittadini prevalentemente offidani e appartenenti a diverse categorie, ha letto ed esaminato tutte e tre le opere finaliste, votando per quella ritenuta migliore: “Vite sbobinate e altre vite”, appunto, dello scrittore e giornalista Alfredo Gianolio.
“Un’opera – è stato detto – assolutamente originale e di grande effetto”. Alla cerimonia di premiazione, tenutasi presso il salone dell’Enoteca Regionale, numerosissimo il pubblico e tanti i personaggi noti intervenuti. Tra questi il responsabile editoriale Università “Arnoldo Mondadori Editore” Alessandro Bruciamonti, il romanziere e giornalista di Rai News 24 Salah Methnani, il pittore Tullio Pericoli, le autorità politiche locali.
Hanno consegnato i premi, il sindaco Valerio Lucciarini, l’assessore alla cultura Gianpietro Casagrande, il vice sindaco e assessore al turismo, commercio e sport Piero Antimiani.
Applauditissimi i brani delle opere selezionate letti dall’attore Stefano Artissunch e gli intermezzi musicali della cantante Han Su Yun accompagnata al pianoforte dal musicista Alessandro Olori. Sono stati, poi, premiati gli alunni della scuola media di Offida, vincitori per la migliore recensione del libro 1° premio edizione 2008. Sono Camilla Tedesco e Francesco Gentile e, menzione speciale, per Federica Simonetti. Ha condotto la serata, il giornalista Rai Terenzio Montesi. (Fonte: Corriere Adriatico – Autore: Nicola Savini)

Condividi:

Tags: